Monday, 18 June 2018 - 15:41

Dolomiti contemporanee va in trasferta

Nov 2nd, 2011 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Prima Pagina

Gianluca d'Incà Levis

Dopo aver chiuso, temporaneamente, la stazione di Sass Muss, Dolomiti Contemporanee inizia una serie di trasferte che porteranno il progetto a spasso per l’Italia ed all’estero (Torino, Bologna, Napoli, Palermo, Milano, Bolzano, Innsbruck, ecc.), dove verranno presentati nuovi progetti artistici, che realizzeremo insieme ad artisti, istituzioni, curatori, musei, con i quali abbiamo costruito, in questi mesi, una serie di rapporti e di relazioni importanti.
Questo credito, raggiunto in così poco tempo, dimostra la potenzialità di crescita di un progetto culturale nuovo e sano, che continuerà a proporre stimoli nel (dal) territorio-origine, e che intendiamo  sviluppare attraverso rapporti diretti con realtà esterne, abdando fuori, operando in un’orbita più larga (semplicemente: chi si chiude non sa aprire).
Dolomiti Contemporanee sarà presente quest’anno ad Artissima, a Torino, la più importante e selettiva fiera d’arte contemporanea italiana, che inaugura giovedì prossimo 3 novembre (fiera aperta al pubblico dal 4 al 6 novembre). DC parteciparà ad Artissima Lido, un programma di realtà e progetti sperimentali ed indipendenti, dove presenterà, insieme a La Collezione di Carrozzeria Margot, altro importante spazio emergente nel panorama italiano dell’arte contemporanea, un’opera-seme, realizzata dall’artista Jonathan Vivacqua, dando notizia dell’avvio di una collaborazione che porterà alla produzione di un’opera derivata da Il mio mezzo spazio. L’allestimento sarà realizzato all’interno della produzione A SHOP IS A SHOP IS A SHOP IS A SHOP, a cura di Hanna Hildebrand, nella Galleria Umberto I, n. 19, Torino.
Dell’allestimento farà parte un blocco di piatra bianca offertoci dall’amico sponsor Cason Marmi (grazie ad Antonio e Mimmo), sul quale l’artista inserirà un elemento scultoreo metallico modellato come una presa da arrampicata. Tale opera costituisce il primo momento di un lavoro che porterà alla realizzazione di una grande scultura arrampicabile, di alcuni metri di altezza, che verrà messa in opera nei prossimi mesi.

gianluca d’incà levis

 

Share

Comments are closed.