Friday, 23 February 2018 - 04:04

“Unico studenti”: persa una risorsa * intervento dei Giovani democratici Feltrino

Ago 27th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina, Scuola

Quando la coperta diventa troppo corta bisogna decidere cosa andrà a coprire, e così la mannaia dell’amministrazione Bottacin si è abbattuta su Unico Studenti, l’agevolazione istituita dalla giunta Reolon che riservava agli studenti di elementari, medie e superiori una tariffa unica ridotta dell’abbonamento dell’autobus pari € 234 indipendentemente dalla distanza da percorrere. Inutile specificare che la decisione influirà maggiormente sulle zone più sfavorite della provincia per la conformazione fisica e la distanza dai centri più grandi, aree che invece meriterebbero una tutela particolare ed un sostegno nella prevenzione dello spopolamento, soprattutto giovanile. In questo modo, inoltre, chi finisce la terza media sarà “meno libero” di scegliere il proprio percorso formativo. Ad essere penalizzati saranno soprattutto i ragazzi che vorranno scegliere indirizzi non direttamente presenti sul loro territorio. Ad esempio Enaip, Istituto Agrario, Istituto Minerario ed altre specializzazioni di nicchia che contano una sola sede in tutta la provincia. Il gruppo Giovani Democratici del Feltrino ha elaborato una proiezione valutando in che misura varierà il costo del trasporto per gli studenti residenti nei comuni circostanti la Feltre e che, nella maggior marte dei casi, frequentano istituti della città. Va abbastanza bene a Lentiai e Fonzaso che passano a 346,70 euro (112 in più), un po’ peggio a Arsié, Lamon, Cesio, Santa Giustina e Mel che salgono a 383,60 (150 in più). Va decisamente peggio ad Arina (Lamon), Sovramonte (Servo) e Mas (Sedico) che schizzano a 427,80 (194 euro di salto). In coda Vas e Quero con € 434,10 (200 di aumento) ma soprattutto Alano di Piave che raddoppia passando a 464,30 euro. Per i molti che da Feltre scelgono invece indirizzi più specifici a Belluno il costo per andare a scuola sarà incrementato di 224,10 euro passando quindi a € 458,10. E dire che da Fonzaso, Lamon, Servo, Arsié chi sceglie di andare a scuola nel piccolo Primiero (che oramai offre numerosi indirizzi) paga al massimo 180 euro. Sì, al massimo, perché i redditi più bassi hanno diritto a delle agevolazioni su questo prezzo già molto ridotto. Certo, affermano i GD, nessuno chiude gli occhi davanti al fatto che le risorse a disposizione della provincia sono ridotte (cosa che non pare comunque aver spinto il presidente Bottacin di o la Lega a battere i pugni sul tavolo del governo), ma l’ipotesi avrebbe dovuto essere quella di cercare soluzioni alternative. Vista la difficile situazione i GD Feltrino hanno elaborato una proposta sul modello trentino: favorire con un canone agevolato gli studenti, ma, visti i tempi di “vacche magre” realizzando una perequazione per gradoni di reddito anziché una suddivisione per fasce chilometriche. In questo modo si può favorire maggiormente le famiglie più svantaggiate nonché quelle che si trovano ad avere più figli e quindi più abbonamenti (e più aumenti) da pagare.

Share

One comment
Leave a comment »

  1. TARIFFE 2011 TRASPORTO STUDENTI TRENTINO ALTO ADIGE

    http://www.ttesercizio.it/Tariffe/AbbonamentoStudenti.aspx

    NO COMMENT

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.