Saturday, 24 February 2018 - 19:55

Il gruppo d’opposizione “Con Belluno” guidato da Maria Cristina Zoleo non fa più opposizione e salva la giunta Prade garantendo il numero legale

Ago 24th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Passa la manovra sull’equilibrio di bilancio, pur non essendo stata discussa dalla I^ Commissione (saltata per mancanza di numero legale). E senza che le spiegazioni fornite oggi pomeriggio nel corso del consiglio comunale dagli assessori siano state esaustive. «Non vi sono state risposte sulle spese obbligatorie segnalate dagli uffici» ha detto il consigliere Rasera Berna.
Con 22 votanti, 18 favorevoli e 4 contrari il Consiglio comunale approva la manovra di riequilibrio di bilancio. Il quorum era di 21, e dunque è stata determinante la presenza in aula dei tre consiglieri del gruppo “Con Belluno” guidato da Maria Cristina Zoleo, con Ezio Caldart e Federica Toscano. Solo grazie a loro, infatti, accorsi ancora una volta in soccorso alla maggioranza, la giunta Prade può proseguire il suo mandato. La politica di oggi, insomma, è come un elastico che si tira a destra e a sinistra a seconda delle circostanze. Maria Cristina Zoleo, sostenuta dalla coalizione di sinistra, infatti, era stata l’avversaria di Antonio Prade nell’ultima tornata elettorale per l’elezione a sindaco di Belluno. Ed oggi salva il suo “ex rivale”.  Questo è possibile perché nel nostro ordinamento, sia nei consigli comunali, come in Parlamento, non esiste il vincolo di mandato. E il candidato una volta eletto, benché sia espressione del suo elettorato che l’ha votato, in realtà è libero di schierarsi come gli pare. E così oggi tre consiglieri comunali eletti nelle fila del centrosinistra, dopo aver cambiato casacca ed aver formato un loro gruppo, hanno potuto sostenere tranquillamente con la loro presenza in aula la maggioranza eletta dal centrodestra. L’assessore Martire ha dichiarato che le variazioni di bilancio “non devono spaventare”. Per l’assessore Paganin si tratta di una “fragilità apparente”. Certo è, come ha osservato il  capogruppo del Pd Jacopo Massaro «che alla Nis (la società partecipata del Comune che si si occupa della gestione degli impianti sportivi) è in sofferenza di 300mila euro per proseguire la sua attività e si chiede solidarietà all’opposizione su spese per consulenze da oltre 100mila euro, oltre a voler creare un altro dirigente alla SerSa per altri 120mila euro l’anno». Un ultimo particolare. La manovra, tra le altre cose, ha tagliato anche le spese per le pulizie agli asili nido. Ed è sorprendente che Maria Cristina Zoleo, capogruppo di “Con Belluno” che poco prima con la presenza in aula ha consentito l’approvazione della manovra stessa, poi si disperi presentando una mozione dove chiede conto dei tagli agli asili privati!

Le immagini:
http://www.youtube.com/watch?v=VWGUNithoHU

Share

4 comments
Leave a comment »

  1. Complimenti alla signora Zoleo e ai signori Caldart e Toscano!
    Probabilmente starà preparando il terreno per la prossima campagna elettorale…
    Ma non ha avuto nemmeno un accenno di vergogna a presentarsi in consiglio comunale a sostenere il Sindaco?

  2. Tale Roma tale Belluno, non se ne salva manco uno!!!!!

    Valerio

  3. TALE ROMA TALE BELLUNO tutti a casa questi fantocci dilettanti della politica che per una carega venderebbero sua madre

  4. […] Link del precedente articolo: http://www.bellunopress.it/2011/08/24/il-gruppo-dopposizione-%e2%80%9ccon-belluno%e2%80%9d-guidato-d… […]

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.