Wednesday, 22 August 2018 - 03:25

Soccorso alpino: escursionista muore d’infarto

Ago 14th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Escursionista 61enne muore d’infarto

Falcade (BL), 14-08-11  Un escursionista di San Pietro di Feletto (TV), F.V., 61 anni, colpito da un infarto, è morto nel pomeriggio mentre con la moglie si trovava nei pressi del rifugio Laresei, sopra Passo Valles. Quando l’uomo si è sentito male attorno alle 16, sul posto è stato inviato l’elicottero di Trento, ma a nulla sono valse le manovre di rianimazione a lungo tentate dal medico dell’equipaggio, che ha solamente potuto constatarne il decesso. Una volta ottenuto il nulla osta per la rimozione dalla magistratura, la salma è stata trasportata da una squadra del Soccorso alpino della Val Biois fino alla strada, per essere affidata al carro funebre.

Recuperate due cordate

Belluno, 14-08-11  L’elicottero del Suem di Pieve di Cadore, dopo aver imbarcato un tecnico della Stazione del Soccorso alpino di Agordo, è intervenuto questa mattina alle 8 sulla Cima della Beta, gruppo dell’Agner, dove due alpinisti, dopo aver completato una via sulla parete nord, avevano bivaccato al rientro dalla normale per aver perso la traccia del percorso. Individuati durante la perlustrazione, i due R.C., 42 anni, e T.D.B., 55 anni, entrambi di Vicenza, sono stati recuperati in hovering a 2.155 metri di quota e trasportati a valle. Successivamente l’eliambulanza è stata dirottata ad Auronzo, per soccorrere un’alpinista. La ragazza, A.B., 28 anni, polacca, nell’avvicinamento alla base della Piccola delle Tre Cime di Lavaredo, è stata colpita alla testa da una scheggia arrivata da un sasso frantumatosi poco distante da lei. Imbarcata in hovering sul ghiaione, è stata accompagnata all’ospedale di Belluno, con un taglio sulla fronte.
Belluno, 14-08-11  Durante un’escursione sul sentiero 452 sotto le pareti del Nuvolau con una comitiva, sul versante che dà verso Livinallongo del Col di Lana, un turista di Conegliano (TV), M.M., 28 anni, si è allontanato dalla compagnia risalendo sul pendio. Arrivato sopra una serie di salti di roccia, cercando di ritornare sui suoi passi, è rimasto bloccato sulla ripida verticale erbosa e ha chiamato il 118, incapace di proseguire. Il tecnico del Soccorso alpino di turno con l’equipaggio dell’elicottero del Suem di Pieve di Cadore, sbarcato poco sotto con il verricello, lo ha raggiunto, assicurato e recuperato. Il ragazzo, illeso, è stato quindi trasportato sulla strada. La Stazione del Soccorso alpino di Pieve di Cadore è intervenuta sul torrente Boite, nel comune di Valle di Cadore, dove un pescatore di Ponte nelle Alpi (BL), U.F., 56 anni, scivolato nel greto ha messo male un piede, rompendosi la caviglia. I soccorritori lo hanno accompagnato in jeep all’ospedale. L’eliambulanza ha poi effettuato un sopralluogo sulla Torre del Banco, Auronzo di Cadore, poichè delle persone dal bivacco Comici hanno segnalato la caduta di una frana e temevano ci fossero degli escursionisti nelle vicinanze. Dopo aver sorvolato l’area dello smottamento lungo 150 metri, che ha interessato una decina di metri di sentiero, coprendolo con circa 10 centimetri di spessore di materiale, l’elicottero ha sbarcato due soccorritori di Auronzo. La squadra ha verificato la frana ed escluso la presenza di persone coinvolte.

Share

Comments are closed.