Friday, 19 October 2018 - 23:42

Paolo Rumiz lunedì ad Auronzo con il suo “Bene ostinato”

Ago 7th, 2011 | By | Category: Appuntamenti, Pausa Caffè

Lunedì 8 agosto 2011, alle ore 21.00 (ingresso libero), il cinema teatro Kursaal di Auronzo di Cadore (BL), in via Roma 26, ospita la presentazione del nuovo libro di Paolo Rumiz “Il bene ostinato” (Feltrinelli, 2011), che racconta il lavoro silenzioso dei volontari di Medici con l’Africa Cuamm per l’assistenza sanitaria in Africa. A dialogare con l’autore sarà don Dante Carraro, direttore di Medici con l’Africa Cuamm. Modera l’incontro Giuseppe Casagrande.
L’iniziativa, inserita all’interno della rassegna “Auronzo attualità” è realizzata in collaborazione con il Comune di Auronzo di Cadore – Assessorato alla Cultura e AI Tre Cime – Consorzio di promozione turistica.
Un’avventura quella del Cuamm che da oltre sessant’anni si irradia nel mondo attingendo alla solidarietà di volontari, gruppi e istituzioni provenienti da tutte le regioni e le province d’Italia. Forte anche il legame con il territorio veneto, in generale e con la provincia di Belluno: sono 16 i volontari di Medici con l’Africa Cuamm originari della regione (8 uomini e 8 donne), inviati negli anni in diversi paesi tra cui Angola, Etiopia, Kenya, Tanzania, Mozambico, Uganda, Sud Sudan. Su un totale di 362 medici veneti partiti in 60 anni di storia.
Uno speciale supporto al lavoro del Cuamm per il diritto alla salute dei più vulnerabili viene dai diversi volontari attivi nella provincia di Belluno, dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Verona, Vicenza, Belluno e Ancona che sostiene il progetto “Supporto alla Scuola per infermieri e ostetriche di Tosamaganga, Regione di Iringa,
Tanzania”.

IL LIBRO
Il bene ostinato
I Narratori – Giangiacomo Feltrinelli editore
Pagine 144 – euro 14,00
“È la storia dei ‘profeti’ di oggi, i punti emergenti di un volontariato italiano di cui non si scrive, il nucleo di un altruismo che alberga negli stessi territori dell’egoismo antistranieri. È la storia di una pattuglia di medici italiani, inquadrati nella più brillante e meno nota – mai discussa – delle nostre Organizzazioni non governative, Medici con l’Africa Cuamm”.

I “Medici con l’Africa” del Cuamm (Collegio Universitario Aspiranti e Medici Missionari) si spendono dal 1950 per il diritto fondamentale alla salute e l’accesso ai servizi sanitari. Il Cuamm oggi è presente in sette paesi: Angola, Etiopia, Kenya, Mozambico, Sudan, Tanzania e Uganda. L’incontro tra il Cuamm e Paolo Rumiz è la scintilla da cui nasce questo libro. C’è uno scrittore-viaggiatore che si innamora del progetto, parte per l’Africa e osserva un’altra Italia in azione. Si sofferma sulle donne e sugli uomini – non solo medici – che con le famiglie decidono di vivere e lavorare nei villaggi e nelle città dove opera il Cuamm. Quali sono le loro storie? Come è cambiata la loro vita? Qual è la radice del loro impegno? È l’occasione per indagare e raccontare un mondo poco conosciuto, composto da singolari emigranti, professionisti che si sradicano dall’Italia con le proprie famiglie per trapiantarsi in contesti disagiati, spesso pericolosi, sempre impegnativi.
Sono storie particolari, a volte uniche, che connettono il Nord e il Sud del mondo. E forse aprono una strada al futuro.

 

Share

Comments are closed.