Friday, 20 April 2018 - 08:30

Accordo Consorzio Bim Piave – Enel: la soddisfazione dei sindaci

Ago 2nd, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Giovanni Piccoli presidente Consorzio Bim

I sindaci esprimono la loro opinione sull’accordo siglato tra Enel Produzione e Consorzio Bim Piave che permetterà a 28 comuni bellunesi di introitare circa 3 milioni e 800 mila euro quale anticipo di Ici sugli impianti idroelettrici e guardano al futuro.
«Il Consorzio, con il suo presidente, Giovanni Piccoli, come da indicazione dei Comuni, ha svolto un importante lavoro che, senza dubbio, se fossimo andati separati non avrebbe portato a questi risultati» spiega il sindaco di Cencenighe, Mauro Soppesa. «Il Consorzio ha tessuto un’importante rete di rapporti che ha consentito una mediazione propositiva con Enel e l’interlocuzione proficua con l’Agenzia del territorio, che potrà essere sfruttata anche in futuro – confida il primo cittadino -: penso, ad esempio, all’interazione sulla parte industriale per la costruzione di nuove centrali».
Per il sindaco di Sospirolo, Renato Moro, si tratta di un grande passo in avanti: «Sono contentissimo, perché oggi diga e lago non rispondono più solo alle richieste degli agricoltori della pianura, ma grazie al dialogo instaurato con Enel c’è anche un ritorno sulla popolazione locale». Il primo cittadino non nasconde come l’intesa, in questo difficile periodo economico, rappresenti una vera e propria «boccata d’ossigeno» e un’opportunità per i Comuni di «sistemare gli accatastamenti degli impianti». «Con la segnalazione fatta all’agenzia del territorio sin dal 2005 – ricorda, infine, Moro – non sono state perse neppure le rendite del periodo pregresso ».
«Faremo in modo di sfruttare al meglio queste preziose risorse per le nostre comunità, che rappresenteranno una delle poche certezze per il futuro» spiega Mauro Da Rin Bettina, sindaco di Vigo di Cadore, dove insiste la centrale idroelettrica di Pelos. «Quello di Enel – aggiunge in conclusione – è un segnale forte nei confronti anche del pubblico, che ci dice che c’è voglia di dare una mano alle nostre popolazioni e aiutarci a fare qualcosa in più».
Il Consorzio Bim Piave da oggi lavorerà affinché anche sugli altri impianti presenti nella provincia di Belluno si utilizzino i medesimi criteri sottoscritti con l’accordo di ieri per la valutazione delle rendite catastali.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.