Sunday, 23 September 2018 - 19:00

Una resina isolante elimina i rumori sulla Fenadora-Anzù. Bond: “emergenza rientrata ma serve un ultimo sforzo”

Lug 24th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Dario Bond

I malumori lungo la Fenadora-Anzù sono in parte rientrati. A dirlo i residenti di Tomo, Villaga e Campose che nei mesi scorsi avevano contattato il consigliere regionale del Pdl Dario Bond per trovare una soluzione ai rumori provocati dal passaggio dei mezzi pesanti sulle giunture della strada a scorrimento veloce inaugurata quasi tre anni fa. “L’Anas ha applicato sulle giunture della Fenadora-Anzù una resina speciale,
uno degli ultimi ritrovati in materia, e l’esperimento ha avuto successo. Le stesse famiglie che mi avevano contattato ormai esasperate, mi hanno riferito che i risultati sono ottimi, chiedendomi di ringraziare i tecnici dell’azienda strade”, spiega il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale, che il 23 marzo scorso aveva organizzato un sopralluogo proprio sulla Fenadora-Anzù, portando sul posto l’ingegnere Nicola Prisco, dirigente tecnico del Dipartimento Anas del Nordest.
I residenti della zona avevano spiegato a Prisco di come – con l’apertura del tratto – non si riuscisse più a dormire  e di come complessivamente fosse diminuita la loro qualità della vita. “Parliamo di una zona in cui fino a pochi anni si viveva in silenzio, lontano dalla città e dal traffico. L’arrivo della Fenadora-Anzù ha cambiato la vita di diverse famiglie”, ricorda Bond. Ma resta un ultimo tassello: l’Anas infatti ha effettuato l’intervento solo sul tratto est della strada. “I residenti chiedono di usare la stessa resina anche nella parte ovest dove ci sono ancora dei giunti che danno problemi”, illustra Bond, che pochi giorni fa ha rigirato la richiesta sempre all’Anas di Mestre. La risposta del capo compartimento Eutimio Mucilli non si è fatta attendere ed è arrivata sul tavolo del capogruppo in queste ore: “L’Anas  mi ha comunicato che ultimerà l’opera entro l’estate. La resina sarà messa anche sui giunti del viadotto Villaga, sul ponte Rio Aurich e sul viadotto Sonna. L’intervento”,
spiega Bond, “sarà eseguito in maniera analoga a quello già realizzato nelle settimane scorse”. Non manca una considerazione di ordine generale: “L’Anas, dopo una fase di ascolto, ha trovato una soluzione a basso costo, dimostrando che si possono dare risposte serie ai cittadini senza per forza sborsare grosse cifre, ma soprattutto usando la fantasia e l’ingegno”, conclude Bond. “E’ un metodo di lavoro che mi auguro venga utilizzato anche su altri fronti”.

 

Share

Comments are closed.