Friday, 14 December 2018 - 23:25

Il Pdl a Treviso lancia un appello ai sindaci: “Applicate il Piano casa senza paure. In ballo ci sono lavori per centinaia di milioni”

Lug 21st, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Dario Bond

“Chiedo ai sindaci trevigiani di applicare il piano casa con generosità. Non ci deve essere nessuna paura. I primi due anni di sperimentazione hanno dimostrato la validità dello strumento e l’assenza di rischi speculativi o di altra natura. Il nuovo piano casa è un’opportunità da non lasciarsi scappare”
Così il vicepresidente della giunta regionale Marino Zorzato ha aperto il dibattito sul nuovo piano casa convocato all’Auditorium del Sant’Artemio di Treviso dal gruppo consiliare  provinciale del Pdl e dal gruppo regionale guidato dal capogruppo Dario Bond. Tra i presenti anche il presidente della Provincia Leonardo Muraro, Vittorio Milan (responsabile Piano casa – Direzione Urbanistica della Regione) e Vincenzo Fabris (responsabile Direzione Urbanistica e Paesaggio della Regione).
Davanti a una platea composta prevalentemente da addetti ai lavori e amministratori, Zorzato ha sottolineato come il nuovo piano casa possa attivare da qui ai prossimi anni su tutto il territorio regionale circa quattro miliardi di euro di investimenti, di questi diverse centinaia di milioni nella sola Marca.
Snocciola alcuni dati il capogruppo del Pdl in Consiglio regionale Dario Bond: “In questi anni di sperimentazione ci sono state circa 23 mila domande formulate sul primo piano casa, di queste 4500 sono arrivate dal Trevigiano”.
Nello specifico, nella Marca, i comuni dove si è superata la quota di sessanta istanze sono stati undici: Treviso (205), Vedelago (138), Vittorio Veneto (136), Mogliano (112), Conegliano (109), Roncade (97), Montebelluna (82), Riese Pio X (80), Preganziol (71), Trevignano (70), Altivole (66).
“Treviso accanto a Padova è la provincia che ha risposto con maggiore entusiasmo e sono convinto che così sarà anche con il nuovo piano casa”, ha sottolineato Zorzato.
Convinto della bontà dello strumento anche il capogruppo del Pdl e Forza Veneto per l’Italia Franco Conte: “I nostri amministratori sapranno farne buon uso, ma soprattutto si tratta di una boccata d’ossigeno per un settore, quello dell’edilizia, che più di altri ha risentito della crisi”.
Parla di “semplificazione” il vicepresidente della Provincia di Treviso Floriano Zambon: “Il piano casa rappresenta una novità anche perché consente tempi rapidi e certi. E’ un bel colpo alla burocrazia. Penso che nel Trevigiano possa innescare un significativo circolo virtuoso”.

Share

Comments are closed.