Wednesday, 19 December 2018 - 07:42

Bike Trial: tempo inclemente ma spettacolo eccellente in Alpago alla Coppa Italia delle “bici volanti” con i big azzurri e il campione del mondo Ros Charral

Lug 18th, 2011 | By | Category: Eventi, sport, tempo libero, Riflettore

La pioggia ha interrotto per mezz’ora la gara a metà del suo svolgimento ma nulla ha tolto alla magia delle bici volanti che sabato sera hanno dato spettacolo in piazza a Lamosano di Chies d’Alpago con la terza prova della Coppa Italia di bike trial. E’ stato spettacolo vero, quello proposto dall’Mtb Chies: a sfidarsi su tronchi e blocchi di cemento, infatti, sono stati alcuni tra i big italiani e lo spagnolo, sette volte iridato della specialità, Benito Ros Charral. La “stella” è stata proprio lui, il ragazzo capace di divenire un tutt’uno con la sua bicicletta ha dominato la prova degli Elite, relegando in 2. e 3. posizione rispettivamente il veronese Francesco Policante e il lombardo Paolo Patrizi. Soprattutto, ha incantato il numeroso pubblico di Lamosano (azzeccata la scelta di far disputare la gara orario serale). Ma applausi a ripetizione sono stati riservati anche agli atleti italiani: su tutti, i vincitori delle diverse categorie: i lombardi Marco Orsenigo (Moto club Lazzate) tra gli Esordienti, Alessio Povolo (Bmx Vigevano) tra gli Allievi, Alessandro Bertola (Moto club Valtellina, campione italiano e argento ai recenti Campionati Europei di Biella) tra gli Juniores e il valdostano Alan Colliard (Lys) nella categoria Master.
A margine della serata, tra i big si è svolta anche una sfida di salto in alto con le bici da 20 pollici: sfida vinta, manco a dirlo, da Ros Charral che però si è fermato a “solo” 135 centimetri di altezza: 7 in meno del (suo) record mondiale.
«Poco male – commenta Ros Charral – Anche se ho mancato il record, questa di Lamosano è stata una serata positiva nella quale ho conquistato una vittoria e potuto apprezzare il calore di un pubblico partecipe e la professionalità un’organizzazione di alto livello».
«La pioggia ha “frenato” la possibilità di proporre performance di altissimo livello ma lo spettacolo c’è stato – commenta Marco Patrizi, delegato tecnico delle Federazione ciclistica italiana per il bike trial – Sono convinto che questa specialità abbia grandi potenzialità e che occorra proseguire nel cammino intrapreso di favorire occasioni per la sua promozione e il suo sviluppo tra i giovanissimi. Per questo, agli amici dell’Alpago va un “grazie” grande così: hanno creduto e credono in una specialità di nicchia e, sempre, allestiscono un percorso gara di eccellenza»
«Abbiamo iniziato ad occuparci di bike trial nel 2006 e continueremo a farlo, convinti che sia uno sport che non solo sa offrire spettacolo ma sa essere strumento propedeutico per le discipline classiche – così Paolo Zanon, coordinatore dell’evento – Per praticare il bike trial, infatti, occorrono forza, destrezza, equilibrio e concentrazione Il prossimo anno qui a Lamosano proporremo i Campionati italiani di specialità».
Il prossimo 6 agosto, intanto, la pista permanente di mountain bike della località alpagota ospiterà il circuito “Saranno Campioni”, evento dedicato ai giovanissimi (7-12 anni) e pensato proprio per far apprendere loro, senza esasperazione agonistica, i “fondamentali” delle due ruote.
Per quanto riguarda la Coppa Italia di bike trial, nei prossimi giorni una sintesi andrà in onda su Rai Sport, mentre un ampio servizio sarà proposto dalle telecamere di Mtb Granfondo, trasmissione curata da Alcamedia.
Ulteriori informazioni: www.mtbalpago.it.

Share

Comments are closed.