13.9 C
Belluno
lunedì, Agosto 3, 2020
Home Prima Pagina Ripristinato l’antico sentiero panoramico che da Spert raggiunge l’alpeggio a Mezzomiglio

Ripristinato l’antico sentiero panoramico che da Spert raggiunge l’alpeggio a Mezzomiglio

Dopo il recente intervento del Gruppo degli alpini di Spert-Cansiglio gli escursionisti ora possono arrivare alla malga e all’agriturismo facendo una bella sosta panoramica lungo il troi che un tempo serviva anche ad aggirare la caserma della forestale

Un tempo i pastori lo percorrevano con il bestiame da condurre all’alpeggio. Ora andrà ad arricchire la rete di sentieri che conducono alla scoperta delle bellezze naturali dell’Alpago. Quindici alpini del Gruppo Spert-Cansiglio, al lavoro per un’intera mattinata, hanno riportato alla luce, strappandolo alle erbe e alla vegetazione che lo soffocavano, l’antico troi che da Spert (950m,s.l.m) raggiunge la località Mezzomiglio (1300 m.s.l.d.m).
Il lavoro di ripristino, in collaborazione con il Comune di Farra d’Alpago, ha visto anche il contributo di Veneto Agricoltura, che ha fornito una comoda panchina di legno lunga tre metri, collocata dagli alpini in uno dei luoghi più panoramici del percorso. Grazie al taglio della vegetazione che oscurava la vista, ora da quell’angolo di radura esposta si può godere di un sorprendente panorama che abbraccia il lago di Santa Croce e mezzo Alpago, fino ai paesi di Puos e Pieve.
“Era il vecchio sentiero attraverso cui d’estate si conducevano le vacche all’alpeggio”, spiega il capogruppo degli alpini, Fortunato Calvi, “ma era spesso utilizzato anche per aggirare la sbarra della caserma della forestale nei pressi del ponte a Spert, quando per questioni di legna o di caccia era più consigliabile girargli al largo…”, aggiunge accennando un sorriso.
Il sentiero, di cui è stata fatta anche la manutenzione del fondo, con la rimozione di sassi e una nuova battitura, si sviluppa per circa 6 chilometri e ha un tempo medio di percorrenza intorno alle 2 ore e mezza. Una tranquilla camminata, immersa in una natura rigogliosa, che ha visto il passaggio di una cinquantina di escursionisti il giorno stesso del suo ripristino.
La bella passeggiata è stata inaugurata dal sindaco di Farra, Floriano De Pra, che ha anche scattato alcune foto prima della distribuzione del meritato “rancio” ai volontari, avvenuta a fine lavoro.

Share
- Advertisment -



Popolari

Due borse di studio in memoria dell’equipaggio di Falco

Per ricordare gli amici Dario, Fabrizio, Marco e Stefano, Dolomiti Emergency Onlus, in collaborazione con il Suem 118 di Pieve di Cadore e il...

A Massimo Celegato di Vicenza il Premio Dorigo 2020. Miglior lavoro di gruppo alla III C Ricci di Belluno

Svelati i risultati della quarta edizione del Concorso nazionale di poesia “Premio Maurizio Dorigo” a tema “La tua terra e chi la abita”. A trionfare...

Visite al Parco della Vena d’Oro a Ponte nelle Alpi

Dopo il successo dei primi due appuntamenti, riprendono da sabato 8 agosto le visite guidate al Parco della Vena d'Oro. Si tratta di un'area...

Ricognizione dei danni da maltempo in Alto Agordino. La Provincia si mette a disposizione per aiutare i Comuni colpiti

«Stiamo preparando una modalità snella per aiutare i territori che hanno subito danni da maltempo la notte scorsa. Le risorse ci sono». Così il...
Share