Sunday, 23 September 2018 - 00:30

L’assessore Vettoretto risponde a Mondin: «Tranquillo Gino, stiamo lavorando. Non si faccia strumentalizzare, ma faccia proposte da parte del Consorzio Dolomiti»

Lug 7th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina
Alberto Vettoretto

Alberto Vettoretto, assessore al Turismo della Provincia di Belluno, interviene sulle dichiarazioni del presidente del Consorzio Dolomiti, Gino Mondin: «Attento alle strumentalizzazioni e informati: stiamo già lavorando a tutto quello che hai menzionato».
«Spiace che Gino abbia voluto rivolgersi all’esterno, senza prima un chiarimento fra noi – ha commentato Vettoretto – . Ma sono certo che il buon Gino sia, suo malgrado, strumento di qualche attacco politico di cui lui stesso diviene esecutore, giacché si ritrova fra incudine e martello».
«Il tavolo sul turismo, convocato dai sindacati la scorsa settimana, si è poi rivelato essere un’altra cosa. Come nelle reali intenzioni di chi ha presentato quella lettera, che aveva ben poco a che fare con il turismo, si è parlato di Bilancio: una polpetta avvelenata “cotta a puntino” da chi ha approfittato della buona fede anche degli stessi presenti, tu compreso, caro Gino».
«D’altronde, il Consorzio sa bene quello che stiamo facendo: li abbiamo coinvolti nelle varie azioni, a cominciare dal proporre le osservazioni alla futura legge regionale sul turismo; inoltre, siamo andati sul territorio, ovunque ci chiamassero, per ascoltare le proposte ed individuare insieme le soluzioni che (in alcune realtà) stanno già prendendo corpo – ha proseguito l’assessore di Palazzo Piloni – . Ora è il momento di farsi avanti: la Camera di Commercio ha lasciato vacante il proprio azionariato in Dolomiti Turismo, costringendo l’ente allo spettro di un taglio di personale impiegato nella struttura. Per il Consorzio Dolomiti, di cui conosciamo bene le potenzialità, si tratta quindi di una ghiotta occasione per dimostrare quanto sa fare, per mettere in pratica tutti quei suggerimenti che – fino ad ora – ha lasciato sulla carta o le ha ridotte a mera sterile polemica nei confronti di chi amministra questo territorio».

Share

Comments are closed.