Monday, 24 September 2018 - 16:25

Gsp fugge dalle domande

Lug 6th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Da un po’ di tempo a questa parte, il cda di GSP ha preso un brutto andazzo: minaccia denunce a ogni osservazione sollevata. È un comportamento professionale, questo? Dipende dai gusti.
Ma la filastrocca è sempre la stessa: “chi chiede spiegazioni non conosce i fatti” (Roccon, che ha detto sulla stampa per tutta la primavera che era previsto un utile di 1 milione di euro, sì che conosce i fatti).
Gli amministratori pubblici, e pubblico significa “di tutti”, sono tenuti a rispondere nel merito ai cittadini, dei quali sono dipendenti.
Veniamo alle nostre presunte falsità, dette solo “per apparire” e perciò, è ovvio, degne delle minacce di GSP.
Ha il dipendente Roccon detto che “La società avrebbe 1 milione e mezzo circa di utile se non ci fosse stato un delta tra i 20 milioni euro riconosciuti dall?Aato e i 22 milioni di euro circa conteggiati da GSP”, sì o no?
L’Aato è o non è composta dai sindaci, alcuni dei quali fanno parte anche del cda di GSP, quindi gira e rigira i dipendenti coinvolti sono sempre gli stessi, sì o no?
La perdita a bilancio c’è, sì o no?
E, se ci fosse, come pensano di operare i dipendenti del cda di GSP? Chiedendo all’Aato, cioè ai sindaci, cioè a se stessi, di aumentare le tariffe ben oltre l’ordinaria inflazione per 20 anni di seguito, come si ipotizzava qualche tempo fa? Sì o no?
I chiarimenti arriveranno di certo. Dai dipendenti del cda di GSP oppure dalla magistratura.

IDV Belluno
http://www.belluno-italiadeivalori.it

Share

Comments are closed.