Saturday, 20 January 2018 - 13:08

Cortina show jumping: ieri il gran finale

Lug 4th, 2011 | By | Category: Eventi, sport, tempo libero, Prima Pagina

È giunta al termine, ieri, domenica 3 luglio, l’ottava edizione del Cortina Show Jumping, capitanata dal nuovo team di Pierluigi Nassi.  Nel week end sono state protagoniste del Concorso Internazionale, ben 21 nazioni che, con 290 cavalli da concorso, si sono battute all’ultimo ostacolo nella meravigliosa scenografia di Fiames.  A conquistare il podio della competizione principale, il Gran Premio Città di Cortina 2011, ci ha pensato un’amazzone italiana, Lucia Vizzini, unico doppio zero di tutta la gara. Un evento, quello dello Show Jumping in veste completamente rinnovata che, come ha dichiarato Herbert Huber, assessore al Turismo e allo sport del Comune ampezzano  «era importante ripristinare per valorizzare al meglio sia Cortina che il legame che da sempre la Regina intrattiene con il mondo dell’equitazione».

Le gare del Concorso Ippico Internazionale si sono avvicendate ricche di passione ed entusiasmo durante il soleggiato week end di inizio estate. Dal 1 al 3 luglio i 290 cavalli rappresentanti delle 21 nazioni iscritte alle competizioni hanno regalato a tutti i partecipanti uno spettacolo, all’ultimo ostacolo, davvero avvincente.
La gara principale, il Gran Premio Città di Cortina 2011 H150 a due manches, tenutasi domenica presso il centro Antonella De Rigo, ha visto salire sul podio una donna, e per di più, italiana: è stata l’amazzone Lucia Vizzini con il suo Lismeen Lancer a superare tutti gli avversari raggiungendo l’unico doppio zero dell’intera gara. Al secondo posto, invece, si è posizionato il rumeno Valentin Valea con il cavallo Idefix seguito, come terza classificata, da un’altra amazzone nazionale, Melanie Gruber con Quiberon W.
Nella giornata di venerdì 1 luglio ad aggiudicarsi il primo posto del CSI 3* H145 a fasi consecutive è stato il tedesco Kirchhoff Ulrich in sella al suo Caruso, uno dei nomi più attesi di questa manifestazione e vincitore di due medaglie d’oro ad Atlanta ‘96. Sabato, invece, la gara CSI 3* H 150 a tempo, anche denominata Piccolo Gran Premio, ha visto trionfare il messicano Santiago Lambre con il suo cavallo Insul Tech Wonami Van Den Aard.
I vincitori delle gare menzionate, oltre ad aggiudicarsi il montepremi in palio e il celebre scoiattolo di Cortina realizzato per l’occasione dall’artista Mauro Olivotto “Lampo”, hanno la possibilità di accedere alle competizioni di qualificazione del rinomato Trofeo Fei/Rolex.
Ma, oltre alla premiazione dei vincitori delle gare, nella giornata di domenica sono stati consegnati molti premi speciali. Ad aggiudicarsi il premio Miglior junior è stata l’amazzone Francesca Ciriesi, alla quale è stata consegnata una coppa d’argento donata dalla famiglia Riario Sforza in onore di Alberto Riario Sforza, indimenticato cavaliere e appassionato d’equitazione.
Sono stati poi premiati rispettivamente la Migliore amazzone e il Miglior cavaliere: le quote rosa sono state conquistate da Melanie Gruber premiata da Paola Derman, proprietaria dell’Hotel Cristallino d’Ampezzo che ha ospitato il team tecnico. Infine il comandante Nicola Salvato ha consegnato a Fidel Vogt, del Liechtenstein, la tela che l’artista Andrea Vizzini ha ideato come Premio d’Onore per il miglior cavaliere.
A tirare le somme – assolutamente positive – di questa ottava edizione dello Show Jumping, concorso che è tornato sulla Regina delle Dolomiti dopo un anno di sosta, è stato l’assessore al Turismo e allo sport del Comune ampezzano, Herbert Huber, che ha dichiarato: «Era molto importante ripristinare questo evento perché il mondo equestre ha da sempre un legame di grande rilevanza con la valle ampezzana. Il nostro obiettivo era quello di riportare la manifestazione all’inizio della stagione estiva per esaltare le caratteristiche di prestigio della nostra zona, valorizzando così tutto ciò che siamo in grado di offrire a livello turistico. Non è stato semplice perché, in mancanza di un allestimento fisso, si sono fatti  grandi investimenti e c’è stato uno sforzo importante da parte degli organizzatori per creare una manifestazione di successo.
Successo confermato anche dalle dichiarazioni dei presidenti di giuria e di campo che sono state assolutamente positive: ospiti, pubblico, atleti e partecipanti hanno trovato condizioni ottimali di soggiorno e sono rimasti entusiasti sia del concorso che della location».
L’assessore Huber ha così commentato, inoltre, la decisione di tenere le premiazioni di venerdì e sabato, di entrambi i concorsi, Nazionale e Internazionale, presso la suggestiva cornice della Conchiglia di piazza Venezia: «Portare in centro le premiazioni è stato un progetto nel progetto che è venuto spontaneo perché tutti i grandi eventi, in questi ultimi anni, si sono svolti in paese, per lo meno nei momenti clou, proprio per rendere partecipe il territorio e per dare maggiore importanza a tutte le manifestazioni che si svolgono a Cortina e, tramite queste, a Cortina stessa. In questo caso, premiare i vincitori sotto il campanile, il nostro simbolo, ha dato un tocco di personalizzazione all’intero concorso, che i cavalieri stessi non si aspettavano ed è stato sicuramente molto apprezzato».
Insomma, dato l’ottimo riscontro, non resta che sperare che cavalieri e amazzoni tornino sotto le Tofane per inaugurare la prossima stagione estiva, nel giugno del 2012.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.