13.9 C
Belluno
mercoledì, Agosto 5, 2020
Home Pausa Caffè I Mondiali di Touch: l’Italia deve ancora crescere. Rientrati da Edimburgo i...

I Mondiali di Touch: l’Italia deve ancora crescere. Rientrati da Edimburgo i bellunesi dell’Orange dal Touch World Championship 2011

Sono rientrati in Italia da Edimburgo il 27 giugno scorso gli 11 ragazzi dell’Orange Touch Belluno che hanno partecipato con la Nazionale al Campionato Mondiale di Touch Rugby, giocato nella città scozzese dal 22 al 26 giugno 2011. L’Italia si è presentata alla manifestazione con 3 squadre: Open Mixed, Senior Mixed e Men Over 40.
Ottima prova per i giovani dell’Open (in cui giocavano gli Orange Roberta Roffarè, Thomas Reolon, Anna Rizzoli, Dimitri Reolon) che hanno giocato 9 partite vincendone 3 e pareggiandone una. Indescrivibile la gioia dei giocatori provata nel momento in cui hanno segnato la sola e unica meta alla fortissima squadra del New Zeland (finita 22-1). I Senior Mixed (in cui giocavano gli Orange Francesco Pianon, Tania Saviane, Michele Bogo) hanno dimostrato una buona presenza in campo e di essere cresciuti molto in questi pochi giorni: su 8 matches c’è stata una sola vittoria (contro il Galles, 10-7) ma in tutti gli incontri è risultato evidente l’impegno e la tenacia della squadra Azzurra. Il numero 15 Brendan Williams, di origine australiane ma ora residente a Treviso, ha dimostrato al sua destrezza e velocità meritando il premio MPV della categoria. Nei Men Over 40 hanno militato i bellunesi Diego Tramontin, Fabrizio Cortina, Alessandro Tarantola, Stefano Emmi:  10 le partite giocate, 2 vinte (contro Inghilterra e Francia) una pareggiata (con la Scozia). Grande sforzo e passione hanno caratterizzato gli incontri di questa squadra azzurra, anche se nei primi giorni è stato un po’ difficile trovare la sintonia in campo, visto soprattutto l’altissimo livello di tecnica e gioco degli avversari. Sono stati 5 giorni intensi, spesso caratterizzati dal tipico tempo variabile scozzese, con improvvise piogge sottili e persistenti. Domenica 26 giugno si sono disputate le finalissime e le premiazioni ma soprattutto con l’aspettato scambio delle mute tra tutti gli atleti.
“L’Italia del Touch – commenta Diego Tramontin, presidente degli Orange e vice presidente di TRI (Touch Rugby Italia) – deve ancora crescere e imparare moltissimo e queste sono occasioni preziose in cui si ha la possibilità di incontrare atleti e squadre di Paesi in cui questo sport è in prima linea assieme al rugby: Nuova Zelanda, Australia, Sud Africa, Niue, Inghilterra, Isole Cook… e tanti altri. Ora torniamo al Campionato Italiano con un bagaglio di esperienze ricco e positivo. Ci aspettano il prossimo anno gli Europei che saranno disputati alla Ghirada di Treviso.”
Tutte le notizie riguardanti il Mondiale, i risultati delle partite e le pagelle dei giocatori si trovano sul sito dedicato www.touchworldcup2011.co.uk e www.touchrugbyitalia.it

Share
- Advertisment -



Popolari

Estate in villa. Venerdì e sabato apre Villa Buzzati 

Il quinto fine settimana della rassegna "Estate in villa" si svolgerà a Villa Buzzati, alle porte di Belluno. Proprio qui, nella casa natale di...

I borghi più belli d’Italia. Lunedì 10 agosto a Mel la passeggiata tra i palazzi del centro con cicchetti

E' in arrivo un nuovo format dei borghi più belli d'Italia. Il Borgo dei desideri è un evento in cui i borghi diventano “luoghi...

Si cerca Primo De Bortoli, 56enne di Pedavena che non è più rientrato da un’escursione

Pedavena (BL), 04 - 08 - 20  Si concentreranno domani nella zona di Pian d'Avena, Col Melon, le ricerche di Primo De Bortoli, il...

Sicurezza, protezione civile, pubbliche manifestazioni. Riunione in Prefettura. Decisa la nuova sede operativa della protezione civile nella nuova caserma dei vigili del fuoco

Si sono tenute oggi, al Palazzo del Governo, presiedute dal prefetto Adriana Cogode, due riunioni sui temi legati alla sicurezza e, in particolare, sulla realizzazione...
Share