Sunday, 8 December 2019 - 14:50
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

L’export delle aziende bellunesi: oltre 693 milioni di Euro nel primo trimestre del 2011. Un convegno dei Giovani Imprenditori per fare il punto su quali strumenti possono usare le imprese bellunesi per internazionalizzarsi

Giu 30th, 2011 | By | Category: Lavoro, Economia, Turismo, Prima Pagina

Palazzo Doglioni-Dalmas sede Confindustria Belluno Dolomiti

I dati del commercio con l’estero del primo trimestre 2011 (elaborazioni di Confindustria Belluno Dolomiti e ICE su dati Istat) confermano il segno positivo e una forte ripresa degli scambi commerciali delle imprese bellunesi con il mondo.
Oltre 693 milioni di Euro nel primo trimestre del 2011 significa un + 19% rispetto allo stesso periodo del 2010. Già il 2010 aveva fatto registrare a sua volta un aumento del 19,7% rispetto all’intero 2009, l’anno nero delle esportazioni della provincia.
La nostra provincia segna due punti percentuali in più rispetto al Veneto e uno rispetto alla media italiana.
Confrontando l’incremento che l’export delle imprese bellunesi registrò il primo trimestre del 2010 sul precedente (+ 5,4%) con l’incremento del 2011 (+ 19%) cogliamo tutta la misura del grande miglioramento che vi è stato.
Ottimo anche il saldo fra import e export: in pratica la provincia di Belluno esporta il triplo di quanto importa.

I segmenti maggiormente coinvolti sono quelli storicamente votati all’export, come il metalmeccanico e l’occhialeria, ma fanno registrare un buon incremento anche i settori alimentare, tessile, cartario.
Il paese verso il quale esportiamo maggiormente sono ancora gli Stati Uniti, che aumentano del 22% la quota di export rispetto al 2010. Seguono la Francia (sostanzialmente stabile), la Germania, che invece cresce del 31,7% a confermare il buon andamento dell’economia tedesca, e poi, a seguire, Spagna, Regno Unito, Hong Kong, Turchia, Polonia, Paesi Bassi, ecc. Al 15° posto la Cina. Fa registrare un calo molto forte l’export verso la Grecia, a causa della crisi economica che attraversa il paese, e quello verso il Nord Africa, a causa dell’instabilità politica.

“Leggendo il dato – commenta Renato Valmassoi, componente della Giunta di Confindustria Belluno Dolomiti e delegato all’internazionalizzazione –  colpisce come la stragrande maggioranza delle nostre esportazioni si concentri sui mercati Usa ed europei e quelli che possiamo definire storici, mentre sono ancora molto basse verso paesi che sappiamo avere un buon andamento economico, come il Brasile o altri paesi sudamericani, alcuni paesi mediorientali, oppure l’India e, fatto salvo il Giappone, l’estremo oriente. Ciò significa che esistono ancora ampie possibilità per le nostre imprese, proprio versi i mercati emergenti”.

Su questo aspetto, il Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Belluno Dolomiti e il Servizio Internazionalizzazione di Confindustria Belluno Dolomiti fanno il punto della situazione in un convegno in programma il prossimo 15 luglio nella sede di Confindustria Belluno Dolomiti.

“E’ più un seminario che un convegno” – precisa Francesca Terribile, componente del Consiglio Direttivo dei Giovani Imprenditori di Confindustria Belluno Dolomiti – “perché abbiamo chiamato a intervenire chi potrà fornirci gli strumenti per internazionalizzare le nostre imprese, Confindustria in primis, ma anche il Centro Estero Veneto. Il titolo dell’incontro è proprio Verso i mercati esteri. Strumenti per le imprese per sottolineare l’operatività dei temi che tratteremo.”

“L’incontro è aperto a tutte le imprese bellunesi, non solo a quelle associate a Confindustria Belluno Dolomiti.” – Dice Jury De Col, presidente del Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Belluno Dolomiti – “L’export coinvolge l’intera provincia ed è un fattore così importante per l’economia dell’area che abbiamo pensato sia utile a tutti un aggiornamento su quali strumenti possono usare oggi le nostre imprese per conoscere i mercati esteri e poi per andarci a vendere. Ci auguriamo una nutrita presenza di colleghi imprenditori.”

 

 

 

Share

Comments are closed.