Saturday, 7 December 2019 - 11:36
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Soccorso alpino. Recuperato il corpo senza vita di una motociclista 69enne di Udine. Vari altri interventi.

Giu 26th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Una motocicista di Udine, M.F.Z., 69 anni, ha perso la vita, finendo in un dirupo, dopo essere uscita di strada in località Cridola, a Lorenzago di Cadore. L’allarme è scattato attorno alle 10.15. Ultimati i rilievi e ottenuto dalla magistratura il nulla osta per la rimozione della salma, le squadre del Soccorso alpino del Centro Cadore hanno recuperato il corpo della donna morta questa mattina dopo essere uscita di strada con la sua moto. M.F.Z., 69 anni, di Udine stava percorrendo sulla sua Harley Davidson una strada militare della Cridola, assieme a due amici che la precedevano. Forse ha causa di un malore, ha tagliato un tornante, finendo sulla strada di sotto mentre stavano sopraggiungendo i due compagni che hanno lanciato l’allarme al 118. Inutili i tentativi di rianimazione del personale sanitario sopraggiunto, che ha solo potuto constatarne il decesso.

Poco prima l’elicottero del Suem di Pieve di Cadore è intervenuto in aiuto di un alpinista che, ultimata ieri con un amico la via Eotwos-Dimai alla Tofana, dopo aver bivaccato in cima, sulla via del rientro questa mattina si è procurato un trauma al ginocchio. Imbarcato è stato trasportato all’ospedale Codivilla. Il Soccorso alpino di Belluno è stato invece allertato da un ragazzo che si era perso di vista con un amico, durante una passeggiata a Gena Alta, sotto il Campanile nella valle del Mis e temeva gli fosse capitato qualcosa. Il giovane scomparso è fortunatamente rientrato all’arrivo dei soccorritori e l’allarme è cessato. In questo momento si sta intervenendo in Moiazza, sulla via Decima alla Pala del Bo’, dove un alpinista è stato colpito da un sasso.

Share

Comments are closed.