Thursday, 12 December 2019 - 14:07
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

La strada “Bus de Val” aprirà a fasce orarie

Giu 17th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

La Consulta Ascom di S. Stefano di Cadore per prima, nel febbraio scorso, aveva lanciato il grido d’allarme degli operatori del terziario relativamente alla ventilata ipotesi di chiusura totale della “Strada della Valle” durante il periodo di completamento delle opere di ristrutturazione dei due ponti Bailey che permettono il raggiungimento del Comelico. Da subito, si è alacremente lavorato con le istituzioni affinché venisse garantito il servizio minimo, in grado di ridurre il più possibile il disagio alle persone e all’economia arrecato dagli interventi di ristrutturazione viaria che l’Anas aveva deciso di intraprendere. L’ipotesi dunque di messa in sicurezza della strada del “Bus de Val” era apparsa fin da subito la migliore alternativa ad una chiusura definitiva e prolungata della via di accesso principale al Comelico, tenendo inoltre conto che veniva creata un ulteriore alternativa carrabile che poteva essere utilizzata in caso di emergenza o anche valorizzata dal punto di vista turistico. È su queste basi che il delegato Ascom Roberto Battaglia e la Consulta comunale di S. Stefano hanno deciso di appoggiare questa soluzione, promuovendo nelle sedi istituzionali l’apertura della strada del “bus de Val” affinché la stessa possa divenire un alternativa plausibile, in caso di emergenza, alla viabilità ordinaria di accesso al Comelico e possa inoltre essere eventualmente valorizzata quale asset turistico. È con grande soddisfazione e compiacimento che apprendiamo l’intendimento da parte delle amministrazioni di rendere nei prossimi giorni operativa questa via, recependo con sensibilità dunque le istanze e considerazioni che queste categorie, negli scorsi mesi, hanno cercato con toni pacati ma risoluti di evidenziare come questa terra meriti attenzione attraverso la garanzia dei sevizi minimali. Tutto ciò per poter svolgere serenamente la propria attività e così contribuire allo sviluppo del territorio

Share

Comments are closed.