Sunday, 8 December 2019 - 19:56
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

“Creativamente impresando”, opportunità per le iniziative lavorative dei giovani. L’Upi Veneto approva il progetto sviluppato dall’assessore Lorenza De Kunovich

Giu 16th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Lorenza De Kunovich assessore provinciale

 L’Upi regionale del veneto ha approvato e presentato a Roma il progetto per l’imprenditoria giovanile, partito e sviluppato dall’assessore di riferimento, Lorenza De Kunovich: «Un’opportunità in più in un momento difficile per i nostri ragazzi».

«Il progetto punta a , attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie e delle nuove modalità di fruizione dei servizi on-line, un percorso di selezione e formazione (in un contesto non strutturato, “open space conference”) di giovani portatori di idee imprenditoriali creative, artistiche ed innovative – ha spiegato l’assessore di Palazzo Piloni – . Insieme alle altre Province del Veneto è stato svolto un importante lavoro di squadra che ha permesso di far rientrare nel progetto le peculiarità di ogni realtà territoriale. Questa unità, supportata dall’ottimo lavoro dello staff tecnico dei diversi enti, ha anche di arrivare ad un contributo regionale di quarantamila euro».
I beneficiari del progetto saranno circa duecentottanta ragazzi e ragazze dai 18 ai 29 anni, residenti in Veneto. Questi giovani (circa quaranta per ogni provincia), avranno l’opportunità di partecipare alle “open space conference” che si terranno in ogni provincia e da cui usciranno quattordici idee imprenditoriali innovative (due per ogni realtà) che potranno concorrere alle sette (una per provincia) “borsa individuale” a fondo perduto che aiuteranno il candidato a sviluppare concretamente – da un punto di vista imprenditoriale – la propria idea. «L’approvazione definitiva da parte dell’Upi nazionale potrà arrivare a fine luglio. Invito tutti i giovani a partecipare all’iniziativa e a mettere a frutto la loro creatività e i loro talenti», ha concluso l’assessore.

Share

Comments are closed.