Sunday, 8 December 2019 - 14:53
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Anche una bellunese tra i super dottori premiati dal Rotary all’Università di Bologna

Giu 15th, 2011 | By | Category: Pausa Caffè, Scuola, Società, Associazioni, Istituzioni

Elettra De Biasi, 25enne bellunese, è una dei 23 super laureati premiati la settimana scorsa al Premio Rotary “Guido Paolucci” dell’Università di Bologna.Diplomata nel 2006 con 100/100 al Liceo scientifico “Galilei” di Belluno, Elettra si è laureata con 110 e lode in Lettere e Filosofia a Bologna con 28 lodi negli esami.

Bravissima, insomma, e “tutta suo padre” è proprio il caso di dire, visto che anche Renzo non scherzava nel profitto scolastico: perito elettronico 60/60 all’Itis di Belluno e laurea in Fisica con 110 e lode all’Università di Padova.

La selezione voluta dal Rotary Club di Bologna, ha avuto luogo nell’assoluta imparzialità attraverso il sistema informatico dell’Università. Che ha tenuto conto del voto di laurea specialistica, della media riportata negli esami, del numero di lodi, della durata degli studi e dell’età del candidato al momento del conseguimento della laurea. Ne sono usciti 23 super dottori, uno per ogni Facoltà, tutti laureati con punteggio di 110 e lode ed un ragguardevole bagaglio di lodi ottenute nei vari esami.
«Un premio ispirato al merito – ha sostenuto il Rettore Ivano Dionigi –  è un premio ispirato alla giustizia»! Parole come pietre quelle del Rettore, in un’Italia dove il ministro dell’istruzione, per sua stessa ammissione, andò da Brescia a Reggio Calabria (dove il 93% era ammesso agli orali) a sostenere l’esame di abilitazione ad avvocato. Dove si può diventare ministro da un giorno all’altro con un curriculum da subrette. Ma l’elenco sarebbe troppo lungo per poterlo riprodurre per intero, nell’Italia del bunga bunga, oramai giunto fortunatamente all’ultimo atto.

Share

Comments are closed.