5.5 C
Belluno
giovedì, 27 Febbraio, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Rubati due pezzi della scultura "Volonterosa" sotto i portici della Prefettura

Rubati due pezzi della scultura “Volonterosa” sotto i portici della Prefettura

Con una battuta scontata, si potrebbe dire che “Volenterosa”, l’opera artistica realizzata in occasione della Carovana del volontariato del 22 maggio scorso, è così bella che va a ruba. Purtroppo, nei fatti è andata proprio così. Ignoti, nella serata di martedì 7 giugno, hanno sottratto due tasselli del manufatto esposto da alcuni giorni sotto i portici della Prefettura di Belluno. I ladruncoli si sono impossessati di una delle tavole in legno, la numero 11,  del “Gioco dell’oca” e di una delle due oche sempre in materiale ligneo poste alla base della scultura principale, realizzate da Sara Andrich, Marta Farina e Gian Ernesto Feltrin. Il Comitato d’Intesa ha atteso qualche giorno per capire se la sottrazione fosse stata un gesto di cattivo gusto, nella speranza che i buontemponi rimettessero al loro posto le due opere rubate. Poi, sabato scorso, è stata sporta regolare denuncia alla Questura di Belluno. Il Comitato d’Intesa e il Csv di Belluno si sono visti costretti a presentare la denuncia per il valore artistico, ma anche simbolico del manufatto, realizzato complessivamente da ben nove artisti bellunesi, Walter Bernardi, Beppino Lorenzet, Renato Scarton, Marco Bellotto, Giò Dal Piva, Eddy Prigol, Marta Farina, Sara Andrich e Gian Ernesto Feltrin. Ora ci si affida alle indagini della Questura di Belluno per ritrovare i pezzi mancanti. Importanti in questo senso potrebbero essere le immagini delle telecamere di videosorveglianza poste in piazza Duomo, a disposizione della Polizia Locale e degli investigatori della Questura, che potrebbero aver immortalato i ladri al momento del furto. Il Comitato d’Intesa e il Csv lanciano quindi un appello agli ignoti che hanno sottratto i due tasselli dell’opera, perchè li riconsegnino prima che le indagini facciano il loro corso. Possono riportarli laddove li hanno sottratti, sotto il portico della Prefettura, o lasciarli davanti alla sede del Comitato d’Intesa, in via del Piave 5 a Belluno. “Volenterosa è per noi un simbolo importante – afferma il presidente del Csv e Comitato d’Intesa Giorgio Zampieri – che racchiude in sé i valori del volontariato. Un’opera pensata e costruita proprio per celebrare il 2011, Anno europeo del volontariato”.  Il furto ha suscitato sconcerto anche tra le molte associazioni che avevano partecipato domenica 22 maggio alla Carovana del volontariato e avevano portato in piazza Martiri i pezzi della composizione per assemblarli alla base dell’opera.

Share
- Advertisment -

Popolari

Autonomia. Rapporti Stato Enti locali. De Menech: “Necessaria una riforma organica per avvicinare i servizi ai cittadini”

Roma, 26 Febbraio 2020  -  «L'aspetto funzionale dell'autonomia è importante quanto se non più di quello economico e finanziario». Il deputato veneto Roger De Menech,...

Coronavirus. Zaia: “Le preoccupazioni degli imprenditori sono anche le nostre”

Venezia, 26 febbraio 2020 - “Le preoccupazioni del mondo dell’economia e dell’imprenditoria veneta di fronte a questa emergenza, sono le nostre preoccupazioni, le mie personali...

Lavoro. Doglioni: “Provvedimenti per sostenere le imprese e un rapido ritorno alla normalità”

“Ammortizzatori sociali estesi anche e soprattutto alle attività stagionali del turismo e della ristorazione, estensione alle zone gialle dei provvedimenti di sospensione del pagamento...

Ulss 1 Dolomiti: Prorogato il servizio di elisoccorso sanitario della Centrale Operativa 118 per il primo semestre 2020

Con deliberazione n. 202 del 06/02/2020, il Direttore Generale dell'Azienda ULSS 2 Marca Trevigiana, Azienda capofila, ha disposto la proroga del servizio di elisoccorso...
Share