Sunday, 8 December 2019 - 20:11
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Zona franca, un regime fiscale agevolato per Belluno. Bottacin: «Percorriamo tutte le strade per raggiungere l’obiettivo»

Giu 9th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore

Palazzo Piloni sede della Provincia

«Nella partita della “zona franca” per il nostro territorio, noi percorriamo tutte le strade possibili». Così il presidente della Provincia di Belluno, Gianpaolo Bottacin, sul tema richiamato dal vice-presidente del Consiglio regionale Veneto, Matteo Toscani.
«Quella di fare del Bellunese una “zona franca” per dare nuovo impulso alla nostra economia è una delle battaglie forti che stiamo conducendo – ha spiegato Bottacin – . Per questo è bene riuscire ad essere attivi su tutti i fronti».
«L’azione di Toscani è utile e complementare al percorso iniziato con la Federazione delle Province Alpine (Belluno, Sondrio e Verbania), quando avevamo chiesto ai senatori Gianvittore Vaccari ed Enrico Montani di presentare un disegno di legge per l’istituzione delle “zone franche” per le tre realtà montane. Così è stato, a conferma della ferma intenzione di “battere” tutte le possibili che vie che possano garantire anche al nostro territorio  una fiscalità differenziata. In questo modo, con l’arrivo di capitali per investimenti e conseguente maggior occupazione lavorativa, le imprese e i cittadini potranno avere minori incombenze burocratiche e minori oneri da affrontare in termini di tasse ed imposte».
« Le zone di montagna hanno bisogno più che mai di piani strutturali di intervento a proprio favore – ha concluso Bottacin – . Viviamo in un territorio particolare, che abbisogna di azioni che siano efficaci a lungo nel tempo e la zone franca è una via percorribile per risolvere molti degli annosi problemi che attanagliano realtà come la nostra».

Share

2 comments
Leave a comment »

  1. La zona franca permetterebbe di ridurre se non azzerare le differenze competitive dal punto di vista del costo del lavoro tra la provincia di Belluno e quelle di Trento e Bolzano.

  2. e vissero tutti felici e contenti…
    ma a chi volete darle a bere queste cazzate? perchè prendere sempre per i fondelli i poveri bellunesi per le vostre bassezze da politicanti? A LAVORARE!!!