Sunday, 8 December 2019 - 20:21
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Attività della Polizia stradale: 4 patenti ritirate, 250 controlli con “precursore” ed “etilometro” nello scorso fine settimana

Giu 9th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Oramai da tempo, le Polizie Stradali Europee hanno costituito una rete di cooperazione sotto l’egida dell’Unione Europea, denominata T. I. S. P. O. L.
A tale organismo, nato nel 1996, aderiscono oggi ben 29 Paesi europei, tra Stati Membri e Paesi appartenenti allo Spazio Comune dell’Unione, e nel quale l’Italia è rappresentata dalla Specialità della Polizia di Stato “Polizia Stradale”.
Compito di tale Organismo è lo sviluppo di una cooperazione operativa tra le Polizie Stradali europee al fine di ridurre il numero delle vittime derivante dagli incidenti stradali attraverso operazioni internazionali congiunte volte al contrasto delle violazioni e l’effettuazione di “campagne” tematiche in tutta l’Europa, all’interno di particolari “aree strategiche”.
L’obiettivo è quello di elevare gli standard di sicurezza stradale, armonizzando le attività di prevenzione, informazione e controllo anche attraverso mirate campagne ed operazioni congiunte i cui risultai vengono monitorati dal Gruppo Operativo TISPOL.
In tale ottica, il predetto Organismo ha recentemente pianificato l’effettuazione della campagna europea congiunta denominata  “ALCOOL AND DRUG” (ALCOOL E DROGA).
All’uopo, la Polizia Stradale ha predisposto sull’intero territorio nazionale l’effettuazione, e nell’arco delle 24 ore, specifici controlli con “precursori” ed “etilometri”, con particolare riguardo anche nei confronti dei conducenti dei veicoli adibiti al trasporto di persone e di merci, sia nazionali che internazionali. 
 Pertanto, anche nel decorso fine settimana, la Polizia Stradale di Belluno ed i dipendenti Distaccamenti di Feltre e Valle di Cadore, hanno provveduto ad una intensificazione dell’attività nei generici servizi di controllo della viabilità ed in quelli più specifici di prevenzione e repressione per la guida in stato di ebbrezza che si inquadrano  nel più ampio  contesto delle c. d. “Stragi del Sabato Sera”.
          A fronte di  circa 250  controlli con “precursore” ed “etilometro”, sono state ritirate  4  patenti di guida ad altrettanti soggetti che circolavano in stato di alterazione psico-fisica dovuta ad assunzione di sostanze alcooliche.
            I valori emersi sono risultati compresi tra 1,05 g/l e 2,13 g/l.
            Il giorno 4 u. s., personale di questo Ufficio, intervenuto nel territorio del Comune di Limana per rilievo di incidente stradale, ha accertato che il ventinovenne conducente  S. V., di nazionalità straniera, circolava alla guida di una vettura VW Passat non solo in stato di ebbrezza alcoolica, evidenziando infatti un valore compreso tra 2,13 e 2,02 g/l. ma  che era munito anche di patente di guida rilasciata da stato estero scaduta di validità mentre il veicolo era sprovvisto di valida ed operante assicurazione per la R. C.
Si è proceduto alle relative contestazioni con il ritiro della patente di guida scaduta ed al duplice sequestro del veicolo relativamente alla guida in stato di ebbrezza ed alla mancanza dell’assicurazione.
Al riguardo, appare utile ricordare l’importanza che riveste l’obbligo della copertura assicurativa, un tempo sancita dagli artt. 32/1° e 32/2° della Legge 24 dicembre 1969 nr. 990 ed attualmente prevista dall’art. 193 del Codice della Strada.
Colui che viene sorpreso a circolare con un veicolo non coperto da assicurazione per la R. C., incorre nel pagamento della sanzione amministrativa  di € 798,00 entro 60 giorni dalla contestazione.
Tale sanzione viene ridotta ad ¼ (€ 199,50) qualora l’interessato riattivi la copertura entro il 15° giorno dallo spirare del termine imposto dall’art. 1901 del Codice Civile (dal 16° al 30° giorno successivo alla data di scadenza indicata sul certificato e sul contrassegno assicurativi) ovvero comunichi la propria volontà di provvedere alla radiazione ed alla demolizione del mezzo entro 30 giorni dalla data della contestazione.
In assenza di ricorso o del previsto pagamento della sanzione, il verbale di contravvenzione viene inviato alla Prefettura competente diventando “titolo esecutivo” per la successiva confisca secondo i dettami dell’art. 213 del C. d. S.
In altre circostanze, sono stati 3 i conducenti che, sottoposti ad accertamenti, hanno evidenziato valori alcoolemici superiori a quelli previsti dalla norma.
In due casi si è proceduto penalmente, in uno, amministrativamente, ai sensi dell’art. 186/2° lett. “a” del C. d. S. che prevede il pagamento della somma di € 500,00, la decurtazione di 10 punti dalla patente ed il ritiro della stessa per la successiva sospensione da 3 a 6 mesi.
Particolare attenzione è stata prestata al trasporto pesante, con accurati controlli in tema di possesso della documentazione di legge, regolarità del carico e rispetto di velocità e/o tempi di guida, da desumere, per questi ultimi, dall’analisi dell’apparecchio cronotachigrafo C. E. E.
Al riguardo, un autotrasportatore nazionale è stato sorpreso a circolare lungo la Strada Regionale 203 “Agordina”, mentre effettuava un particolare trasporto sporgente nella parte anteriore del mezzo.
La normativa vigente consente tale possibilità solo in presenza del rilascio di apposita autorizzazione rilasciata dagli Enti proprietari delle strade, per cui si è proceduto alla contestazione della relativa infrazione che ha comportato la sanzione amministrativa di € 732,00 e la sospensione della patente di guida e della carta di circolazione del mezzo industriale.

Share

Comments are closed.