Sunday, 8 December 2019 - 21:00
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Internazionali Mtb Italia: In Alpago vince Gerhard Kerschbaumer

Giu 5th, 2011 | By | Category: Pausa Caffè, Sport, tempo libero

Nella penultima tappa del circuito, vittoria dell’’altoatesino del Tx Active Bianchi su Michele Casagrande. Tra le donne successo per la slovena Tanja Zakelj. In mattinata, sotto la pioggia, protagonisti anche 250 ragazzi della Coppa Italia.

Chies d’’Alpago (Belluno), 5 giugno 2011 – Lo scorso anno si era “accontentato” di vincere tra gli Under 23. Oggi, invece, ha conquistato la vittoria assoluta. E’ l’’altoatesino Gerhard Kerschbaumer (nella foto) a vincere l’’Mtb Alpago Trophy, penultima tappa delle Internazionali d’Italia di cross country, corsa sul classico e impegnativo tracciato di Lamosano di Chies d’’Alpago. Kerschbaumer ha preso il comando delle operazioni fin dalle prime fasi di gara, in coppia con Michele Casagrande e Luca Braidot. All’’ultimo giro la stoccata risolutiva che lo ha portato a vincere con 22” di vantaggio su Casagrande e 35” su Braidot.

«Nella prima parte di gara ho controllato, poi, quando nel corso dell’ultimo giro mi sono accorto della stanchezza dei miei due avversari, ho provato a staccarli ed è andata bene – dice il ragazzo della Tx Active Bianchi che con i successo in terra bellunese ha anche conquistato la vittoria nella classifica finale Under 23 degli Internazionali d’’Italia – E’ un bel successo, ma il sogno di questa stagione è una medaglia europea o mondiale».

Anche il manager della Tx Active Bianchi si gode il successo di Kerschbaumer. «E’ un talento – afferma Massimo Ghirotto, l’’ex professionista, reduce dal Giro d’Italia vissuto in qualità di commentatore di Radio Rai – Dobbiamo saperlo gestire al meglio perché può dare grandissime soddisfazioni alla mountain bike azzurra».

A seguire la gara c’era anche il direttore tecnico della nazionale italiana,  Hubert Pallhuber. «Anche se mancavano alcuni nomi importanti – dice Pallhuber – il livello tecnico è stato di eccellenza. I giovani sono stati una bella sorpresa: chi pensava che a comandare fossero gli Under 23? Questo ci fa essere ottimisti per il futuro, anche se è sempre bene stare con i piedi per terra».

Tra le donne, la gara ha parlato straniero. Nella categoria Elite, la slovena Tanja Zakelj ha bissato il successo dello scorso anno, dominando la prova e imponendosi con oltre 2’ di vantaggio sull’ucraina Natalya Krompets. Sul terzo gradino del podio Daniela Veronesi. Nella categoria Donne Under, invece, successo per Serena Calvetti che con una giornata di anticipo si aggiudica matematicamente la classifica finale degli internazionali d’Italia. Ad accompagnarla sul podio due atlete ucraine: nell’’ordine Iana Belomona e Marta Tereshchuk.

Per quanto riguarda la categoria Juniores, tra i maschi Edoardo Bonetto si è imposto per poco meno di 30” su Lorenzo Samparisi e con quasi 2’30” sulo sloveno Rok Korosec, mentre nella corsa in rosa c’’è il bis, dopo la vittoria del 2010, per Alessia Bulleri: la ragazza dell’’isola d’Elba ha inflitto un distacco di oltre 4’ alla piazzata, Alessandra Bianchetta, e di oltre 5’ alla slovena Tina Perse.

In mattinata, sotto una pioggia battente, si sono confrontati quasi 250 ragazzi delle categorie Esordienti e Allievi, in lizza per la Coppa Italia. Successi per Nikita Olesenko e Martina Berto per gli Esordienti I anno, Marco Liporace e Silvia De Piaz per gli Esordienti II anno, Alessandro Naspi e Greta Weithaler per gli Allievi I anno, Cristian Boffelli e Jenny Fontana tra gli Allievi II anno.

«Siamo soddisfatti di questa due giorni che ha visto in campo ieri i Master e oggi le categorie agonistiche – commenta il coordinatore dell’’evento, Paolo Zanon – Nonostante il maltempo che ha caratterizzato la mattinata, l’organizzazione ha funzionato al meglio e questo ci riempie di orgoglio. Il futuro? Ci vogliamo candidare per i Tricolori del 2013 e stiamo anche valutando l’’ipotesi di riproporre il Campionato Europeo».

Le classifiche

 

Juniores maschile (3 giri): 1. Edoardo Bonetto (Giant Team Italia) 1h17’52”; 2. Lorenzo Samparisi (Fm Factory Team) 1h18’18”; 3. Rok Korosec (Slovenia, Calcit bike) 1h21’28”.

Juniores femminile (2 giri): 1. Alessia Bulleri (Elba bike) 1h07’13”, 2. Alessandra Bianchetta (Silmax Cannondale) 1h11’15”; 3. Tina Perse (Slovenia, Calcit bike) 1h12’16”. Miglior giro. Alessia Bulleri 29’.

Donne Elite (3 giri): 1. Tanja Zakelj (Orbea Geax) 1h27’10”; 2. Natalya Krompets (Isd) 1h29’35”; 3. Daniela Veronesi (Torpado) 1h32’44”.

Assoluta maschile: 1. Gerhard Kerschbaumer (Tx Active Bianchi) 1h40’06”; 2. ; 2. Michele Casagrande (Adv International Team) 1h40’29”; 3. Luca Braidot (Forestale) 1h40’41”.

Elite maschile: 1. Michele Casagrande (Adv International Team) 1h40’29”; 2. Yader Zoli (Torpado) 1h41’28”; 3. Davide Di Marco (Bike center pro team) 1h41’37”.

Under 23 maschile: 1. Gerhard Kerschbaumer (Forestale) 1h40’06”; 2. Luca Braidot (Forestale) 1h40’41”; 3. Daniele Braidot (Full Dynamix) 1h41’02”.

Daniele Braidot ha realizzato il miglior riscontro cronometrico sul giro, impiegando il tempo di 17’56”6 nel corso della 5. tornata.

 

 

Per approfondimenti www.mtbalpago.it

 

 

 

Share

Comments are closed.