Sunday, 21 July 2019 - 19:34

La regola dell’alternanza * di Paolo Bampo

Mag 30th, 2011 | By | Category: Lettere Opinioni, Prima Pagina

In politica da sempre esiste una impietosa legge che, post-elettoralmente, dona alternativamente are dorate o sgabuzzini maleodoranti ai vari contendenti.   In democrazia, quindi,mai essere convinti della propria immortalità.
Questa volta a subire l’onta delle forche caudine del giudizio negativo del popolo sembra essere più il centro destra ,che non il centro sinistra.
Se il primo paga per deliri di onnipotenza e posizioni di arroganza politica, il centro sinistra, più avezzo  alla sconfitta (recentemente), faccia attenzione a non cadere nel medesimo errore.
Un commentatore politico televisivo oggi, parlando di Napoli dove un candidato fuori dagli schieramenti  ha avuto la meglio sui partiti tradizionali), ha però citato la voglia dei cittadini di dire basta ai partiti e non basta alla politica.
E’ quanto, noi del PAB, andiamo dicendo da sempre.
Più prima, che poi, la gente si renderà conto che tutti i mali italiani (tutti!) derivano dal fatto di essersi messa nelle mani dei vari segretari dei partiti.
I bellunesi, per molti motivi, possono essere pionieri di una rivoluzione: la trasformazione del sistema dei partiti ideologici o post ideologici in un sistema di rappresentanze territoriali.
Sull’esempio della Volkspartei di Bolzano, possiamo modificare il rapporto con le Istituzioni e, soprattutto la forza contrattuale bellunese nei confronti di Regione e Governo centrale. La medicina si chiama unità sotto un’unica  bandiera mandando a Roma e Venezia non i rappresentanti della sezione bellunese di un tal o talaltro partito, ma quelli del territorio (quelli che quando giungono a Roma non devono farsi venire la scogliosi, abbassando sempre la testa di fronte ai propri capi.)
Il PAB come proprio capo riconosce unicamente i bellunesi.
Per un disegno unitario noi del PAB , ribadiamo nuovamente che saremo i primi a rinunciare ai propri colori.

30 maggio 2011

Paolo Bampo – Pab Provincia Autonoma Belluno, il partito dei bellunesi

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Sempre sulla breccia, mio Presidente; ma come aderire al PAB da Dolo? Forse sarà proprio il federalismo a far comprendere alla gente che le segreterie dei partiti sono il nostro male. Qui a Dolo mi occupo di storia navale per conto della Marina Militare e do una mano, come consulente gratuito, agli sfortunati, per lo più imprenditori e artigiani a rischio di fallimento o con il fallimento sulle spalle. Possiamo parlarci? Mario Donnini 339 4664975