Tuesday, 15 October 2019 - 03:25
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Stagione teatrale. Lega Nord: il bando è stato approvato e la gara va fatta. Benché non sia stata tutelata sufficientemente la territorialità provinciale

Mag 26th, 2011 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Cronaca/Politica, Prima Pagina

Teatro Comunale di Belluno

Il gruppo consiliare della Lega Nord e l’assessore di riferimento in giunta in comune di Belluno, preso atto degli articoli apparsi sui quotidiani dopo il consiglio comunale del 17 maggio ’11, ribadiscono il contenuto del documento presentato al sindaco di Belluno con le linee guida espresse sulla questione della Fondazione teatri.
Nel documento veniva in particolare caldeggiata l’opportunità di prorogare temporaneamente l’incarico al Tib, per valutare con serenità una soluzione che consentisse di garantire alla Fondazione teatri un ruolo autonomo ed allo stesso tempo il massimo pluralismo tra le associazioni attive nel settore culturale. I fatti dimostrano quanto la proposta fosse ragionevole.
Benché la situazione si sia deteriorata fino alla minaccia di querela da parte di Luigino Boito (presidente del Circolo Cultura e Stampa Bellunese e membro della Commissione Cultura del PdL) nei confronti del dott. Luigi Trevisan (Presidente del Comitato Amici del Tib) . Al quale nell’occasione, si intende esprimere solidarietà – si legge nella nota a firma del capogruppo della Lega Andrea Stella – quale cittadino indipendente spontaneamente attivatosi in maniera apartitica, dissociandoci dall’uso della querela per reati d’opinione nel dibattito politico, ove le idee devono poter liberamente circolare. Il bando di gara è stato approvato dalla Fondazione Teatri, sia pure con un punteggio riservato alla territorialità troppo basso e con l’ammissione alla gara stessa di soggetti aventi scopo di lucro. In questo contesto si assiste a prese di posizione da parte di amministratori pubblici che, dopo aver invocato e preteso la gara pubblica, chiedono la revoca del bando appena pubblicato non condividendone i contenuti ed i punteggi. 
La Lega Bellunese, pertanto, – conclude la nota – per trasparenza amministrativa e legale, invita ad espletare le formalità di gara. Pur ritenendo che il bando non tuteli a sufficienza la territorialità provinciale, e pur ribadendo che la via contrattuale avrebbe permesso di contemperare in modo più soddisfacente le esigenze delle associazioni culturali.

Share

Comments are closed.