Wednesday, 17 July 2019 - 02:36

Scuola sicura: prove di evacuazione a Cesiomaggiore

Mag 25th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina, Scuola

Sabato 21 maggio a Cesiomaggiore ha avuto luogo una prova di evacuazione dei due plessi scolastici del capoluogo, con simulazione di un evento sismico di grado 3.9 Mercalli, coinvolgendo più di 250 tra alunni, docenti e personale Ata della scuola primaria e media. Le operazioni sono state coordinate dai reparti dei Vigili del Fuoco di Belluno e Feltre, coadiuvati dai volontari di Protezione Civile A.n.a. di Cesiomaggiore e Pez e dalle associazioni che operano nel territorio comunale come Cesio Solidarietà, Anteas Monteperina e Donatori di Sangue. Complessivamente sono stati impiegati 24 vigili del fuoco dei comandi operativi di Feltre e Belluno, con l’utilizzo di 9 mezzi e la squadra cinofili regionale. La Protezione Civile è intervenuta con 15 volontari che hanno provveduto alla costituzione di una tenda per un posto medico avanzato (P.M.A.) nell’adiacente zona verde e ha partecipato alle operazioni di messa in sicurezza. L’associazione Vola era presente con un autoambulanza per una dimostrazione di primo soccorso di persone disperse e recuperate negli edifici scolastici a seguito dell’intervento dei cinofili. Presso la scuola primaria è stata impiegata un’autoscala per il recupero di una persona ferita al primo piano del fabbricato. Al termine dell’esercitazione sono intervenuti il Dirigente Scolastico Anna Maria Pradel ed il Sindaco Gianni De Bastiani che hanno ribadito l’importanza e la necessità di questi addestramenti nelle scuole per meglio comprendere i rischi ed i pericoli che si possono nascondere dopo un accadimento calamitoso, sia esso sismico o dovuto ad altre cause come incendio o crolli strutturali. Un ringraziamento viene rivolto a tutti i volontari intervenuti, all’Amministrazione comunale e alla Direzione scolastica che hanno collaborato alla realizzazione del progetto “Scuola sicura”.

Share

One comment
Leave a comment »

  1. E’ stata veramente una bella mattinata ma soprattutto utile per gli alunni, i docenti ed anche i volontari ed i vigili del fuoco che hanno potuto addestrarsi in una situazione al di fuori del solito.
    Da quanto ho sentito però non dobbiamo illuderci che iniziative del genere si possano ripetere in quanto i fondi a disposizione dei VVFF sono ormai all’osso, speriamo non sia veramente così.