Tuesday, 16 July 2019 - 14:16

Ancora disagi sul treno Belluno-Venezia. Bond: “Si potenzi almeno la corsa del lunedì”

Mag 24th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Dario Bond

“Più che un Minuetto è stato un Requiem! Ci risiamo!”. Nuova ondata di segnalazioni per il capogruppo del Pdl Dario Bond dopo l’ennesimo disagio ai danni dei pendolari veneti, bellunesi e trevigiani in particolare.Nel mirino stavolta il Minuetto partito da Belluno alle 7,32 di questa mattina e arrivato a Venezia alle 9 e mezza passate: “Pazienza per i cinque-dieci minuti di ritardo, il problema sono state le condizioni di viaggio che mi sono state riferite. Gente ovunque e proteste, qualcuno ha anche urlato che non si respirava, chiedendo al controllore di sparare a mille l’aria condizionata”.“Se nella tratta Feltre-Belluno il Minuetto è una soluzione efficace, per la tratta Belluno-Venezia è un inferno, soprattutto il lunedì mattina, in coincidenza della discesa a valle dei nostri studenti”.“Mi è stato riferito”, prosegue Bond, “che i posti a sedere si erano già esauriti alla stazione per l’Alpago, poi la situazione è precipitata a Conegliano”.Qui infatti un treno mattutino è stato soppresso per ragioni non ancora chiare, da qui il riversamento di decine di pendolari sul povero Minuetto proveniente dal Bellunese, già scelto normalmente da una buona fetta di utenti della città del Cima. Stessa situazione a Treviso, Preganziol e Mogliano, dove qualcuno è rimasto a terra e dove non sono mancati toni esasperati: “Impossibile salire, difficile scendere. Dalle scene che mi sono state descritte, penso che stavolta si sia raggiunto un nuovo record, ovviamente negativo”.“C’è chi è riuscito a salire sul treno solo al terzo-quarto tentativo, aspettando più corse come a Mogliano. Anche su questo Trenitalia dovrebbe darci delle spiegazioni. Non possiamo accettare che questo genere di disagi diventi la normalità. Chiedo a Trenitalia di rinforzare almeno la corsa del lunedì mattina che da sempre è quella più critica. Non si tratta di istituire nuovi treni, ma di aggiungere alcuni vagoni. Non mi pare una richiesta esorbitante”.Bond cita anche altri disguidi recenti: “Sabato sera il treno da Belluno per Padova è partito con oltre mezz’ora di ritardo, il giorno prima un treno – sempre per Padova – è stato soppresso. E’ davvero inutile aggiungere ulteriori commenti

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Ma questo Bond è consigliere regionale, fa il capogruppo del Partito della Libertà, ha gli assessori ai trasporti regionale e provinciale del suo stesso partito. Ma cosa fa casino sui giornali per niente??? Bisogna lavorare per risolvere i problemi, denunciarli è solo demagogia specie se si è nella posizione per poterli risolvere!!!!!