Tuesday, 16 July 2019 - 13:18

Albabelluno.it, il nuovo sito creato da Samarcanda per raccogliere la voce dei giovani

Mag 23rd, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

La cooperativa Samarcanda scs onlus, referente del progetto Albachiara per la Regione Veneto, ha creato, in collaborazione con alcuni giovani della Provincia di Belluno, il sito www.albabelluno.it, per dare la possibilità ai ragazzi di esprimere il loro parere su due questioni molto importanti: l’acqua e il nucleare. Albachiara èun progetto nazionale promosso dall’ Associazione Gruppo Abele di Torino, che  si propone di costruire una  di relazioni tra singoli, istituzioni e organizzazioni sociali impegnati concretamente sui territori per l’affermazione piena della attiva. Gli interlocutori principali del progetto sono i giovani che vogliono affermare il loro ruolo sociale, prendere consapevolezza dei loro diritti e dei loro doveri, confrontarsi con le istituzioni pubbliche per costruire insieme una società responsabile; gli obiettivi: incoraggiare i giovani ad impegnarsi per diffondere  una cultura della partecipazione,  promuovere politiche di cittadinanza e buone prassi di  partecipazione giovanile.
Perche’ questo sito ?
Partecipare ed informarsi sulle scelte prese dal potere politico è un modo di prendersi cura del proprio futuro, sapere dove si sta andando e cercare di dare una direzione al percorso che coinvolge la società in cui viviamo. Partecipazione è mettersi in gioco in prima persona, è espressione della responsabilità che ciascuno ha nella realizzazione del bene comune.  E’ il dovere di superare le resistenze e gli egoismi che ostacolano la creazione di un lavoro comune, di uscire dalla dimensione privata di indifferenza e di rassegnazione nella quale siamo portati a chiuderci; è il dovere di esercitare il potere di cui disponiamo in quanto cittadini. Partecipazione è agire per il cambiamento.  Partecipare non è solo un diritto: è anche un dovere.
“Vogliamo dare voce anche a chi non ha ancora l’età legale per votare. Il pensiero di tutti i cittadini, anche se minorenni, va condiviso e discusso. E’ quindi giusto dare uno spazio anche alle riflessioni e ai giudizi dei ragazzi affinché gli adulti ne prendano coscienza. Le loro decisioni  ricadranno sul futuro delle nuove generazioni: quello che viene deciso oggi, lo vivranno i giovani domani! Invitiamo dunque tutti i ragazzi a far sentire la loro voce, affinché possa nascere un sentire comune  ispirato al famoso proverbio ” non abbiamo ereditato la terra dai nostri avi ,ma l’abbiamo presa in prestito dai nostri figli”.

Share

Comments are closed.