Monday, 22 July 2019 - 07:56

“Aspettando il giro” a Castion. Lunedì sera, in attesa della Cronoscalata al Nevegal, la Pro Loco Pieve Castionese organizza una grande festa in onore della carovana rosa

Mag 21st, 2011 | By | Category: Appuntamenti, Pausa Caffè

Lunedì 23 maggio 2011, giorno di riposo per la carovana rosa, la Pro Loco Pieve Castionese organizza una festa in attesa della cronoscalata al Nevegal del giorno dopo.
Il programma si apre alle 15.30 con l’inaugurazione della sede sociale neonata Associazione.
Alle 16.30 un momento tutto dedicato ai più piccoli con i giochi di magia dei Magic Dolomiti e le “Arlecchinate” dell’Associazione teatrale Bambabambin che, per l’occasione propone anche lo spettacolo “Sciò No Bìsness”. Al divertimento dei più piccoli contribuirà anche Dino Maraga con i suoi giochi e le sue creazioni.
Alle 18.30 è l’ora dei Madrac, gruppo di elettronica e funk, con una spruzzata di rock e hip hop. Nati nel 1996 per partecipare ad un concorso per la musica in lingua friulana, con la canzone “Urtio” vinsero il primo premio e realizzarono il loro primo album, “Technotitlan“, considerato dalla critica musicale uno dei dieci dischi fondamentali della musica in friulano.
Dopo sette anni di pausa ReddKaa, il fondatore del gruppo, decide di riprendere in mano il progetto. Il risultato è “Real”, uscito nel 2006 per la neonata etichetta ReddArmy.
Il terzo capitolo della storia, stavolta completamente in Italiano, s’intitola “L’esercito del sole” uscito qualche mese fa.
Alle 20.00 facciamo due chiacchiere con Giovanni Knapp, l’unico ciclista bellunese capace di vincere una tappa al Giro d’Italia. Eravamo nel 1966 e Knapp coprì per primo la distanza di 241 km tra  Genova a Viareggio.
Alle 20.30  un momento folkloristico con il Gruppo Folk Nevegal, un simpatico gruppo di amici e conoscenti (come si definiscono loro) che ripropongono i tipici balli popolari, molto cari ai nostri nonni, ricalcando eventi o situazioni importanti (come il matrimonio, la vendemmia ecc).
Alle 21.00 è l’ora dei Maci’s Mobile. Nati a Belluno nella primavera del 2000, la formazione iniziale conta sette elementi, a cui si aggiunge Rasta G, cantante camerunense, l’anno successivo. Il ritmo in levare tipico della musica giamaicana e le sonorità della nuova scena reggae italiana influenzano il collettivo, che nel 2003 concretizza il suo primo lavoro, l’album omonimo. Dopo aver pubblicato l’album ‘Commercial Weed’, la svolta per il gruppo bellunese arriva nel 2007, quando il microfono passa nelle mani di Andrea Riva, in arte Mole, che arricchisce il già consolidato sound con elementi di elettronica e dub.
La serata prosegue fino a tardi con la musica dei DJ. Durante tutta la festa saranno disponibili stand gastronomici con prodotti tipici allestiti in accordo con l’Ascom e la Camere di Commercio di Belluno.

Share

Comments are closed.