Saturday, 20 July 2019 - 03:30

Bottacin: «Il prefetto di Venezia Luciana Lamorgese è contrario ai presidenti di Provincia come autorità di Protezione Civile».

Mag 17th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Riflettore
Gianpaolo Bottacin

«Ho saputo questa mattina, durante una riunione per l’”emergenza profughi”, che il prefetto di Venezia, Luciana Lamorgese,  ha chiesto al Ministero dell’Intero di impugnare la disposizione regionale che attribuisce ai presidenti di Provincia le funzioni di autorità di Protezione Civile. Ora, dunque, mi si dica chi gestirà gli interventi sul territorio durante le emergenze». Così il capo di Palazzo Piloni, Gianpaolo Bottacin, dopo la riunione a Marghera.

Dapprima, durante le emergenze (alluvioni, frane, ecc.), le Province avevano il solo compito di coordinare i gruppi di volontari sul territorio, mentre qualsiasi decisione veniva presa dalle Prefetture, che interagivano direttamente con i singoli sindaci dei vari Comuni interessati.
Qualche mese addietro, proprio su proposta di Palazzo Piloni, la Regione aveva riconosciuto agli enti provinciale l’autorità di Protezione Civile negli episodi di carattere sovra-comunale: «Quella della Regione Veneto era stata una decisione che io stesso avevo suggerito e fortemente caldeggiato – ha spiegato Bottacin – . D’altronde, i presidenti di Provincia conoscono il territorio meglio dei prefetti, che molto spesso provengono addirittura da fuori regione. Mi pareva dunque maggiormente sensato che a gestire le situazioni fosse proprio l’ente provinciale».
«L’articolo della Finanziaria 2011 in cui ci veniva assegnato questo ruolo è stato però mal digerito d qualcuno – ha spiegato ancora Bottacin – . Il prefetto Lamorgese ha infatti chiesto al Ministro Maroni di impugnare la disposizione. Forse non sa che in Lombardia e Piemonte sono anni che la Provincia è autorità di Protezione Civile». «Mi chiedo pertanto a chi mi dovrò ora rivolgere in caso di necessità, a cominciare dalla gestione dei “profughi”, già presenti nel Bellunese», ha concluso Bottacin.

Share

Comments are closed.