Monday, 22 July 2019 - 15:56

Domenica 22 maggio la carovana del volontariato in piazza a Belluno

Mag 12th, 2011 | By | Category: Prima Pagina, Società, Associazioni, Istituzioni

 Qualcosa di grande per festeggiare l’Anno Europeo del volontariato. Il Comitato d’Intesa e il Csv, Centro di servizio per il volontariato di Belluno hanno deciso di rendere per una volta visibile il grande lavoro che le associazioni, nei quattro angoli della provincia, svolgono quotidianamente a servizio dei cittadini. Portando in piazza uomini, mezzi e idee delle tante realtà bellunesi, per dare un segnale “positivo” della grande ricchezza di questo territorio. A questa idea hanno dato un nome e molta concretezza, organizzando per domenica 22 marzo la “Carovana del Volontariato”, una grande e festosa sfilata  che avrà protagoniste le associazioni della provincia di Belluno. L’occasione è stata offerta dalla presenza a Belluno del Giro d’Italia, la “carovana rosa” che vivrà a Belluno una delle sue tappe più importanti, la Cronoscalata del Nevegal. Il Giro si fermerà a Belluno tre giorni, dalla serata di domenica 22 a martedì  24 maggio. Belluno in queste giornate diventerà un grande palcoscenico mediatico a livello internazionale. Il volontariato ha deciso di entrare a far parte di questa kermesse, mettendo in campo una grande manifestazione per legare con un filo “rosa” gli ideali solidaristici e quelli sportivi. Domenica 22 maggio, a partire dalle 14, il centro storico di Belluno si riempirà di gente, mezzi, colori e musiche. Con i riflettori puntati sulle tante persone che svolgono solitamente in silenzio la loro opera a favore della disabilità, della povertà, della cultura e dell’ambiente. Per una volta, invece, saranno in piazza non per “lavoro”, ma a ricevere gli applausi dei cittadini di Belluno e della provincia. Verranno rappresentate le associazioni  di tutte le vallate bellunesi, con ritrovo nel pomeriggio di domenica 22  in piazzale della stazione ferroviaria e sfilata attraverso via Dante, via Loreto e via Matteotti per entrare in piazza Martiri. Le prime ad accogliere con entusiasmo l’idea sono state le associazioni, che hanno aderito in massa confermando la loro presenza alla manifestazione. La carovana rappresenterà  le aree geografiche e i settori di intervento, ma non mancheranno bande musicali, gruppi folkloristici, cori e spettacoli di danza. In piazza verrà anche installato un manufatto artistico che verrà “completato” dalle stesse associazioni, chiamate a portare un pezzo della scultura che un gruppo di artisti ha realizzato per la Carovana. Una grande festa, insomma, quella di domenica 22 maggio a Belluno. Una festa alla quale sono invitati tutti i bellunesi, ma certamente a festeggiare ci saranno anche i tanti turisti e appassionati di ciclismo in attesa del Giro d’Italia. La manifestazione è stata per questo inserita dal Comune di Belluno nell’elenco degli eventi collaterali della corsa rosa. Palazzo Rosso ha per questo collaborato fattivamente alla buona riuscita della kermesse, coniugando anche in questa occasione il concetto di “sussidiarietà” tra Ente locale e mondo del volontariato bellunese.

Il programma

· Ore 14:   Raduno delle singole carovane nei luoghi di partenza in provincia: Feltre – Agordo – Forno di Zoldo e Puos d’Alpago (la partenza della Carovana del Cadore verrà anticipata per motivi legati al passaggio in provincia della tappa domenicale del Giro d’Italia). 
· Ore 14.45:  A rrivo ed accoglienza delle associazioni nel  piazzale della Stazione a Belluno e organizzazione dell’ordine di partenza.
· Ore 15   Inizio della sfilata lungo il percorso da piazzale Stazione, via Loreto, via Matteotti e ingresso in Piazza Martiri. Ad informare il pubblico sulla manifestazione sarà uno speaker su un palco appositamente montato in piazza Martiri. Verranno rappresentate tutte le aree geografiche della provincia (Alpago, Agordino, Cadore, Zoldano e Longaronese, Feltrino e Belluno) e tutti i settori di intervento. In piazza scenderanno anche alcune formazioni bandistiche e folkloristiche dei vari territori.
· Una volta giunte in piazza, le associazioni si disporranno in appositi settori precedentemente assegnati dagli organizzatori, così come i mezzi verranno posteggiati in uno spazio determinato.
· Sono previste anche alcune esercitazioni e momenti dimostrativi dell’attività di alcune delle associazioni presenti
· Ore 16.30   Una volta terminata la sfilata, in piazza Martiri verranno porti i saluti del presidente del Comitato d’Intesa – Csv di Belluno, che lancerà un messaggio sul significato della manifestazione. Sono anche previsti brevi indirizzi di saluto dei rappresentanti di ogni area geografica provinciale, che leggeranno a loro volta un breve messaggio preso dalla Carta dei Valori del Volontariato.
· Al termine della cerimonia dedicata alle associazioni, interverranno sul palco le autorità presenti alla manifestazione.
· La Carovana del volontariato si chiuderà con l’esibizione delle bande in rappresentanza delle aree geografiche.

Il messaggio del presidente del Comitato d’Intesa e Csv di Belluno Giorgio Zampieri
“3Volontari! Facciamo la differenza”
E’ lo slogan ufficiale che la Commissione Europea per l’Anno Europeo del Volontariato 2011 ha selezionato assieme al logo con tre colori, tre mani che si intrecciano, un cuore che si forma al centro. Non esistono cifre precise, ma si stimano in 100 milioni le persone che conducono attività di volontariato nel continente (3 europei su 10). L’Europa riconosce al volontariato: un valore culturale, sociale, relazionale ed economico. L’obiettivo generale è quello di incoraggiare e sostenere gli sforzi della Comunità, degli Stati e delle autorità locali, per creare nella società civile condizioni favorevoli per aumentare la visibilità delle attività del volontariato.
Grazie all’apporto fondamentale del CSV di Belluno sempre più impegnato a valorizzare la ricchezza di risorse umane e di esperienza, in questa prospettiva viene proposta per domenica 22 maggio la “Carovana del volontariato delle Dolomiti”, non per realizzare celebrazioni ma per offrire alla cittadinanza la descrizione del modo che ha la nostra provincia di essere solidale. La Carovana con le diverse associazioni e i loro volontari protagonisti del proprio territorio  lasceranno in Piazza dei Martiri a Belluno una promessa/impegno: nonostante le difficoltà continuare il percorso intrapreso.  Il 22 maggio la Carovana compirà un viaggio dai vari territori della provincia per far conoscere gli aspetti profondi legati alla solidarietà e far scoprire le molteplici forme e realtà associative che operano nei vari campi di azione. Con questi intendimenti sono invitate a partecipare tutte le persone che svolgono qualsiasi forma di volontariato, le Associazioni (iscritte e non iscritte al registro regionale, aderenti e non al Comitato d’Intesa) con i loro mezzi, con  le loro  insegne. Naturalmente contiamo sulla presenza di tutta la cittadinanza,  delle Autorità civili, religiose e militari, per condividere, sentirsi in sintonia con  una società e un territorio che vorremo sempre più civile e solidale.
C’è una terza coincidenza, dopo l’Anno europeo del Volontariato e il Giro d’Italia. Il 2011 è anche il 150° anniversario dell’unità d’Italia . E allora vorremmo sottolineare che la ricorrenza  non riguarda solo la storia militare o politica ma è anche una storia di persone che hanno saputo agire perché i diritti, la tutela dei più deboli e dei beni di interesse collettivo in genere diventassero parte della nostra storia nazionale. Ricordarle non è solo un gesto di omaggio ma significa riflettere sull’agire solidale di oggi, sulle cambiate esigenze ma, in un viaggio che continua, cogliere anche questa occasione per ripartire dalla nostra storia, dai nostri territori con azioni che incarnano i valori/principi di giustizia, gratuità, legalità e attenzione agli altri.

 “Volente-rosa”, l’opera artistica della Carovana

Non poteva che avere un nome in tema con le due principali manifestazioni che caratterizzano la città di Belluno alla fine di maggio. Si chiama “Volente-rosa”, l’opera realizzata da un gruppo di artisti bellunesi per omaggiare la “Carovana del volontariato” di domenica 22 maggio e la tappa bellunese del Giro d’Italia del 24. A realizzarla sono stati alcuni tra i più noti artisti della provincia: Walter Bernardi, Beppino Lorenzet, Renato Scarton, Marco Bellotto, Giò Dal Piva, Eddy Prigol, Marta Farina, Sara Andrich e Gian Ernesto Feltrin. Il nutrito drappello ha accettato l’invito del Csv e del Comitato d’Intesa di Belluno per rendere ancor più indimenticabile la grande parata delle associazioni bellunesi. Una scultura, meglio, un manufatto artistico dalle grandi dimensioni che i nove artisti hanno voluto immaginare come una grande montagna (la silhouette ricorda immediatamente la Gusela del Vescovà, l’inconfondibile picco che si trova nel Gruppo della Schiara) di colore ovviamente rosa, il colore delle Dolomiti e del Giro d’Italia. In cima alla vetta rosa, la lettera “V” che sta per “volontariato”, ma la cui forma assomiglia ad un uccello tipico delle montagne bellunesi.
Volente-rosa è stata costruita in perfetta sintonia tra gli artisti bellunesi e, pur nella sua unità, ognuno dei 9 ha voluto lasciare un segno peculiare. Ai piedi della grande scultura, alta 4 metri, è stata predisposta una base in tavolato sulla quale ogni artista ha pensato di posare un “pezzo” singolo, unico nel suo genere, ma che si “sposa” perfettamente con il complesso nella sua unità. Questo per interpretare la filosofia che ispira il volontariato, fatto di tante realtà che però, assieme, rendono il mondo migliore. Il manufatto artistico verrà sistemato in piazza Martiri a Belluno la mattina del 22 maggio, giornata in cui si terrà la Carovana del volontariato. La scultura verrà posata dagli stessi artisti nella zona adiacente al palco, sul liston, ma a portare i pezzi singoli che completeranno l’opera saranno i rappresentanti delle associazioni impegnati nella sfilata. L’opera è stata studiata affinchè ogni “pezzo” si incastri perfettamente nel complesso principale della scultura. Un gesto simbolico per rimarcare ancora una volta l’insostituibile apporto del mondo del volontariato nella società.
“Volenterosa” resterà esposta in centro a Belluno durante la Carovana, prima in piazza Martiri, poi nel porticato della Prefettura in piazza Duomo, ma l’idea del Csv, Comitato e degli stessi artisti è di farla “girare” per il territorio della provincia, quale staffetta della solidarietà bellunese. 
Un grande ringraziamento va quindi ai 9 artisti che hanno accettato di realizzare il manufatto: Walter Bernardi, Beppino Lorenzet, Renato Scarton, Marco Bellotto, Giò Dal Piva, Eddy Prigol, Marta Farina, Sara Andrich e Gian Ernesto Feltrin hanno lavorato in tempi ristrettissimi, con sacrificio in termini di fatica, ma galvanizzati dalle finalità dell’opera che hanno voluto realizzare.

Share

Comments are closed.