Wednesday, 24 July 2019 - 00:31

Successo di Caccia, Pesca e Natura 2011 conclusasi ieri a Longarone Fiere

Mag 2nd, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Pubblico delle grandi occasioni oggi a Longarone Fiere (Belluno) per la giornata conclusiva di  Caccia, Pesca e Natura, l’11. mostra nazionale di prodotti, attrezzature e servizi per la caccia e la pesca sportiva, che si conferma appuntamento irrinunciabile per gli appassionati. Tre giornate con migliaia di presenze a ribadire lo straordinario interesse per la rassegna, autentico punto di riferimento per il settore a livello nazionale. In fiera sono giunti appassionati da tutto il Nord e Centro Italia, molti dei quali arrivati in pullman per venire a contatto con un’esposizione di altissimo livello dove sono state presenti le principali aziende nazionali di prodotti e attrezzature per la caccia e la pesca sportiva, oltre a mostre naturalistiche e attrazioni di sicuro richiamo. Apprezzate tutte le proposte, a cominciare dall’area dedicata alla pesca con lo stand istituzionale della Regione Veneto fino allo spazio ospitato dal 10. Concorso nazionale Open di Tassidermia, organizzato dall’Associazione Tassidermisti Italiani, che ha visto esposti oltre 150 pezzi di una cinquantina di specialisti da tutta l’Italia e anche da Germania e Croazia. La giornata odierna è stata caratterizzata dall’atteso l’incontro/dibattito dedicato all’editoria venatoria dal titolo: “I mille e uno libri. Quattro secoli di caccia e ornitologia raccontati dagli antichi e nuovi autori”, proposto nell’ambito delle Giornate del collezionismo venatorio, ornitologico, ittico e naturalista dal Museo Venatorio Itinerante di Sesto Fiorentino, che ieri avevano visto tra gli illustri ospiti l’indimenticato campione Roberto Baggio. Nel corso dell’incontro, condotto dal conosciutissimo collezionista e bibliografo Carlo Romanelli, è intervenuto anche lo scrittore Mauro Corona, il quale ha presentato in anteprima il suo nuovo volume dal titolo “Il canto della donna ertana”. “Devo esprimere il mio ringraziamento a Longarone Fiere per averci dato la possibilità di allestire la kermesse di collezionismo venatorio numero uno in Italia – sottolinea il coordinatore del Museo Itinerante, Andrea Ceri -. 42 espositori da tutta Italia hanno presentato materiali unici nel loro genere con ampio spazio riservato all’editoria. E proprio in quest’ottica l’incontro al Centro congressi ci ha permesso di presentare alcune nuove pubblicazioni con la partecipazione di autorevoli scrittori, tra i quali Dario Villani, figlio di Rodolfo, autore della “Quadrilogia sulla caccia”, ora ristampato, attraverso un percorso davvero suggestivo. Mauro Corona ha ulteriormente qualificato l’evento portando la sua straordinaria esperienza”.   Unanimi consensi, come ormai da tradizione, anche per la 16. Festa del Cacciatore, organizzata dall’Amministrazione Provinciale di Belluno, che ha visto presi d’assalto gli spazi espositivi ed enogastronomici dei distretti venatori e delle associazioni ad essi collegati. Il gran finale è stato riservato alla premiazione del miglior salame di selvaggina, che ha visto il successo di Francesco De Gasperin di Belluno, che ha preceduto Erik Zandomenego di Cortina. Oltre un centinaio, infine, i partecipanti alla gara di spinning a squadre sul fiume Piave curata dal Bacino di Pesca n.6 Maè-Piave.  Tra le attrazioni va segnalata la presenza dell’artigiano agordino Giovanni Bressan, il quale ha stabilito in fiera il nuovo primato del mondo realizzando la catena di legno più lunga del mondo ricavata da un unico tronco d’albero (di circa quattro metri di lunghezza) e senza alcuna interruzione con la misura ufficiale di 186 metri e 38 centimetri. Chiusa Caccia, Pesca e Natura, Longarone Fiere guarda già al prossimo appuntamento in programma da venerdì 13 a domenica 15 maggio con “Professione Legno Energia”, la nuova manifestazione, organizzata in collaborazione con l’Aiel, sulle caldaie e tecnologie per la produzione di energia da legna cippato e pellet.

Share

Comments are closed.