Monday, 18 November 2019 - 21:28
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Ritorna il simposio di scultura a coppie da Gianni Bonesso, a Col de Venz (Mel)

Apr 15th, 2011 | By | Category: Appuntamenti, Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè

Dal 20 al 23 aprile prossimo si svolgerà, all’Agriturismo Col de Venz (Mel), la terza edizione del Simposio Nazionale di scultura su legno a coppie, una manifestazione che si sta sempre più affermando per il suo contenuto culturale e artistico ed anche per il fatto di essere l’unica che si svolge lungo la Sinistra Piave. Il direttore artistico è Mauro “Lampo” Olivotto di Cortina d’Ampezzo notissimo artista e ideatore di mobili di legno dal gotico sapore fiabesco e di appuntamenti che hanno al centro il burattino Pinocchio e la montagna, come la realizzazione della maxi cerniera in legna nel centro ampezzano, per conto degli Scoiattoli, quale simbolo dell’apertura delle Dolomiti, patrimonio Unesco, verso il mondo Parteciperanno Arianna Gasperina di Porcia di Pordenone che previlegia uno stile figurativo attraverso il quale esprimere sentimenti e comunicare emozioni. Proprio al legno dedica le maggiori attenzioni amandone le caratteristiche che ne fanno una materia viva, mai doma, sempre diversa, nella struttura tanto da rappresentare una sfida comunque nuova ed entusiasmante. Roberto Nones di Capriana in provincia di Trento che si dedica all’arte sacra e profana e ha partecipato a numerosi simposi in Italia e all’estero fornendo prova di grande fantasia e capacità tecnica che gli hanno consentito di aggiudicarsi molti concorsi lavorando e intagliando legno e ghiaccio. Roberto Merotto di Treviso che nella sua ricerca espressiva ha come filo conduttore preferito, la figura femminile, nella quale ha individuato il principio generatore universale: dalla Dea Madre dei primitivi, alla Venere del mondo classico alla donna reale e surreale dell’età contemporanea. Fabiano De Martin di Padola di Comelico Superiore che nei suoi soggetti individua e congela il lato vivo, le posizioni più espressive. Posizioni che consentono di leggere e fissare il fulcro di quelle nature profondamente indagate. Tanto da far affermare, al critico Gianluca D’Incà Levis, che De Martin è un cacciatore d’anime e le cattura formandole nella scultura. Infine, ancora dal Trentino, Mattia Sief  Saranno giorni d’arte ambientati in uno scenario, connotato da una natura incontaminata, fioriture primaverili e, panoramiche sulla Valbelluna, tra le più esclusive e a due passi da uno dei centri storici più integri e preziosi della nostra provincia con una lunga serie di palazzi rinascimentali. Ogni sera poi-come c’informa Gianni Bonesso titolare dell’agriturismo e organizzatore dell’evento artistico- previa prenotazione, si avrà l’opportunità di cenare e intrattenersi con gli artisti. Nella mattinata del 23 aprile, giornata conclusiva, gli alunni delle scuole elementari e medie del capoluogo, potranno ammirare le sculture e dialogare con gli artisti facendosi illustrare e spiegare come nascono, da un tronco di legno, le loro opere. Alle ore 19.00 è previsto un rinfresco e il saluto delle autorità municipali Infine, la sera, il direttore artistico “Lampo” curerà la presentazione delle opere.     Eugenio Padovan

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Egregi Signori
    Mi chiamo Phil Kay scultore desidererei avere info per poter partecipare al prox simposio di scultura grazie , allego sito web per vostra visione mie opere. http://www.philkay.it ////YOUTUBE Phil Kay tabernacolo,9° simposio Fines.
    Cordiali saluti Phil Kay