13.9 C
Belluno
sabato, Maggio 30, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli In occasione della 13ma settimana della cultura, Confindustria Belluno Dolomiti apre le...

In occasione della 13ma settimana della cultura, Confindustria Belluno Dolomiti apre le porte della sua sede a Palazzo Doglioni Dalmas e Palazzo Reviviscar

Palazzo Doglioni-Dalmas sede Confindustria Belluno Dolomiti

Confindustria Belluno Dolomiti aderisce alla tredicesima settimana della cultura promossa dal Ministero per i Beni e le Attività culturali aprendo le porte dei suoi palazzi a chiunque desideri visitare alcuni tra gli edifici storici più belli di Belluno e le opere d’arte che vi trovano collocazione.  L’Italia è un Paese dallo straordinario patrimonio artistico e culturale. Si tratta di un tesoro dall’inestimabile valore che abbiamo avuto il privilegio di ricevere in eredità dai nostri antenati nel corso dei secoli. Questa fortuna risulta ancora maggiore potendone godere gratuitamente per nove giorni, dal 9 al 17 aprile prossimi. E’ quello che succede durante la Settimana della Cultura, giunta alla XIII edizione, che ogni anno apre gratuitamente le porte di musei, aree archeologiche, archivi e biblioteche statali, per una grande festa diffusa su tutto il territorio nazionale. In tutta Italia, oltre 2.500 appuntamenti tra mostre, convegni, aperture straordinarie, laboratori didattici, visite guidate e concerti renderanno ancora più speciale l’esperienza di tutti i visitatori italiani e stranieri. Con questa iniziativa Confindustria Belluno Dolomiti ribadisce ancora una volta il suo impegno anche per il settore culturale. Ne sono testimonianza in particolare i capolavori di due pittori bellunesi ospitati nelle sedi di rappresentanza dell’Associazione Palazzo Reviviscar e palazzo Doglioni Dalmas: “L’Arsenale di Venezia” di Pieretto Bianco, restaurato qualche mese fa grazie ad un accordo con il comune di Puos d’Alpago (proprietario della tela) e la Soprintendenza per i beni storici, artistici ed etnoantropologici per le province di Venezia, Belluno, Padova e Treviso, e il maestoso ciclo di affreschi a strappo “Virtutis exempla” di Antonio da Tisoi.
Le visite ai due palazzi sono possibili fino a venerdì 15 aprile p.v. dalle 8.00 alle 12.30 prendendo appuntamento con gli uffici preposti (tel.0437.951224, e-mail vlira@assind.bl.it).

Share
- Advertisment -

Popolari

Oltre trenta elaborati per il logo del Fondo Welfare. De Biasi: «A breve il vincitore. Una mostra con tutti i lavori»

Partecipazione oltre le attese: sono circa una trentina gli elaborati giunti in Provincia per il concorso di idee per il logo del Fondo Welfare...

Zaia anticipa il governo e allenta la morsa. Mascherine solo al chiuso. Ecco la nuova ordinanza in vigore da lunedì 1° giugno

Con ordinanza n. 55 del 29 maggio 2020, in vigore da lunedì 1° giugno, il presidente della Regione del Veneto Luca Zaia ha modificato...

Assessore d’Emilia ai commercianti del centro: «Disponibili a sostenere il Consorzio con Distretto del Commercio. Ci dicano le loro priorità»

«Siamo pronti a venire incontro alle necessità dei commercianti del Consorzio Centro Storico, basta che ci indichino le loro priorità e lavoreremo all'interno del...

Rigenerazione del Parco fluviale di Lambioi. Frison: “Ok da Roma alla modifica del progetto”

Via libera da Roma alla modifica del progetto di rigenerazione urbana del Parco di Lambioi: è infatti arrivata la tanto attesa nota del segretario...
Share