Wednesday, 20 November 2019 - 11:39
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Bando per la gestione dei teatri: “Ha vinto la politica dell’impegno a favore della comunità che non difende privilegi o posizioni acquisite”. * intervento dell’assessore Maria Grazia Passuello

Apr 5th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Il Consiglio di Indirizzo della Fondazione teatri delle Dolomiti si è espresso per un bando a evidenza pubblica a cui potranno partecipare le associazioni o raggruppamenti di queste non solo del territorio bellunese, ma anche Veneto e non solo con comprovata esperienza all’interno della Fondazione, ma con una professionalità maturata in un ambito più ampio.
Ha vinto quindi il pluralismo quello vero, aperto a tutti quei soggetti che in questi anni hanno prodotto spettacoli, hanno lavorato con i giovani, hanno portato personaggi e artisti di ottimo livello.
Ha vinto la politica dell’impegno a favore della comunità che non difende privilegi o posizioni acquisite, ma riconosce a tutti la dignità a partecipare.
Ha vinto l’apertura all’arricchimento culturale di provenienza regionale – non si tratta di svendere la Fondazione, come asserisce qualcuno – si tratta di fare rete con organismi più grandi in circuiti deputati alla promozione e diffusione del teatro in prosa a livello nazionale.
Ha vinto l’idea dei soci che credono nella Fondazione come strumento di valorizzazione culturale su tutto il territorio e non solo  residenziale a Belluno.
Potranno così partecipare al bando, come da sempre fortemente ho sostenuto, tutti quei soggetti che, abituati perlopiù a scarse risorse, ma con grande attitudine al volontariato culturale, sono disposti a mettersi insieme, ciascuno con le proprie competenze per partecipare a una fase nuova nella gestione della Fondazione, per creare nuove sinergie volte a armonizzare le proposte culturali e a calmierare i costi. E si sa in questi tempi quanto tutto questo sia necessario.
Ma la Fondazione non è solo prosa, l’offerta culturale dovrà tener conto di altre espressioni artistiche come la danza classica e moderna, la musica classica, sinfonica, moderna, leggera, la coralità, la lirica, il teatro musicale, il teatro per l’infanzia e la gioventù, il teatro in lingua per le scuole e ancora altro, la Fondazione dovrà farsi interprete delle tante esigenze di un pubblico sempre più attento e preparato. Ecco quindi la necessità di avere più soggetti pronti a soddisfare tante richieste.
Il Consiglio di gestione provvederà ora a brevissimo alla stesura del bando secondo le indicazioni del Consiglio di Indirizzo.
Basta quindi con le sterili polemiche, basta con il vittimismo di chi in questi anni ha avuto tanto, tutti in pista e che vinca il migliore – finalmente con regole chiare e aperte a tutti.
Con molta soddisfazione …
Maria Grazia Passuello
Assessore Cultura, Istruzione
Attività economiche,
Pari Opportunità e Flussi Migratori
Comune di Belluno

Share

Comments are closed.