Wednesday, 20 November 2019 - 11:42
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Un’interrogazione in Regione per la “Torre di Busche” dell’Ascon ex Merotto

Apr 4th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Il consigliere regionale della Federazione della Sinistra Pietrangelo Pettenò ha presentato un’interrogazione “a risposata immediata” chiedendo alla Giunta di fornire chiarimenti circa il progetto della società Ascon SRL che sta realizzando a Busche (Cesiomaggiore), un impianto per la produzione di conglomerati bituminosi. L’opera va a raddoppiare la struttura già esistente in quell’area, contro il quale si sono già mobilitate le popolazioni locali. Il consigliere chiede di verificare l’iter di approvazione del progetto e l’appropriatezza dei pareri forniti dalle strutture regionali e i motivi per i quali non è stata effettuata la VIA (Valutazione di Impatto Ambientale). Pettenò chiede anche di controllare l’osservanza dei pareri forniti in merito alle tutele previste per le zone SIC (Sito di interesse Comunitario) e ZPS (Zona di protezione Speciale) che ricadono nella zona in cui si sta realizzando l’impianto e la correttezza dei pareri in merito al rischio idraulico anche alla luce del PAI del fiume Piave, vista la collocazione dell’insediamento in area soggetta a possibili alluvioni. Il consigliere Pettenò chiede, infine, alla Giunta regionale, se non ritenga necessario intervenire presso l’Amministrazione Provinciale di Belluno affinché, in via cautelativa, sospenda le autorizzazioni fin qui concesse dal Comune di Cesiomaggiore, in attesa della opportuna verifica sulla richiesta di annullamento del procedimento autorizzativo presentato dai cittadini ai sensi dell’art. 30 della legge regionale urbanistica del 2004 “che sembra trovare positivo accoglimento anche nel primo intervento del Difensore Civico Regionale”.

Share

Comments are closed.