Wednesday, 13 November 2019 - 22:29
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Il sindaco Prade salva un posto di lavoro, quello del suo portavoce * di Angelo Levis

Apr 1st, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Molti elementi del Bilancio preventivo per il 2011del Comune di Belluno, approvato lunedì scorso, meriterebbero discussione e approfondimento. Voglio soffermarmi su un emendamento al bilancio bocciato dall’assemblea e relativo alla spesa sostenuta dal Comune per il portavoce del Sindaco, il sig. Agostini, che personalmente non conosco. Il sindaco sostiene che non ci sono soldi per la cultura e bisogna sopportare i sacrifici richiesti in tempi di crisi ma i 36.888 euro per il suo portavoce ci sono e nessuno li può intaccare. Ritenere che il sindaco di un Comune come quello di Belluno abbia bisogno del portavoce mi pare francamente azzardato, anche se fosse un periodo di vacche grasse. L’emendamento citato si basa sul parere 111 del 28/02/2011 della Corte dei Conti, la quale sostiene che anche per gli uffici stampa degli enti locali la spesa del 2011 non può essere superiore al 20% di quella sostenuta nel 2009, in questo modo avremmo avuto 29.510,04 euro da destinare alla cultura. La Corte precisa che quando l’attività dell’addetto stampa/portavoce non si esaurisce nel servizio di informazione all’utenza, in ordine all’attività poste in essere dal comune, va collocata nell’area delle collaborazioni autonome e quindi soggetta ai tagli. (art.6 comma 7 DL 78/2010).
E’ opportuno valutare se porre all’attenzione della Sezione Regionale della Corte dei Corti,la questione relativa alla norma violata, e le eventuali responsabilità derivanti dalla violazione facenti capo ai consiglieri che hanno votato il bilancio. Il compito di I.D.V. sarà comunque quello di monitorare l’operato del sig. Agostini, valutando a fine anno se si sarà veramente meritato il suo stipendio! Alla cultura bellunese non resta nemmeno una briciola. Pazienza, il sindaco potrà vantarsi se non altro di aver salvato un posto di lavoro!!! Del resto anche a Belluno è difficile liberarsi dai giochi politici.

Angelo Levis

Angelo Levis – Capogruppo I.D.V. consiglio provinciale

Share

One comment
Leave a comment »

  1. Se invece avesse privilegiato la cultura, avrebbe salvato più di un posto di lavoro!