Wednesday, 20 November 2019 - 11:40
redazione@bellunopress.it direttore Roberto De Nart

Bilancio del Soccorso alpino della Guardia di Finanza

Apr 1st, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Il bilancio dell’attività del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza del Veneto per l’anno 2010, ha visto 116 interventi effettuati che hanno consentito di trarre in salvo 128 vite umane e di recuperare 10 salme. Quelli in cui maggiormente si sono distinti gli uomini del Soccorso Alpino Guardia di Finanza del Veneto sono i seguenti:
12 e 27 febbraio 2010: in seguito a due valanghe rispettivamente in località Val Visdende (BL) e Col De Varda (BL), i militari della Stazione S.A.G.F. di Auronzo di Cadore hanno recuperato la salma di un uomo, disseppellito un ferito e tratto in salvo un uomo e una donna illesi;
26 giugno 2010: una pattuglia S.A.G.F. di Cortina d’Ampezzo ha recuperato due alpinisti feriti in località Passo Falzarego (BL);
20 giugno 2010: i militari della Stazione S.A.G.F. di Auronzo di Cadore con l’ausilio dell’elicottero del S.U.E.M. 118 di Pieve di Cadore (BL), hanno recuperato la salma di un uomo, deceduto a causa di una ferita d’arma da fuoco.
I 18 militari e le 3 unità cinofile appartenenti alle Stazioni S.A.G.F. dipendenti dal Comando Regionale Veneto, che sono inquadrate presso le Tenenze di Auronzo di Cadore e Cortina d’Ampezzo, sono istituzionalmente destinatari di compiti prioritariamente rivolti ad assicurare l’incolumità degli utenti della montagna.
Tale azione può trovare plurime forme di manifestazione, segnatamente attraverso:
il soccorso di infortunati e/o di persone in pericolo;
la ricerca di persone disperse;
il recupero di salme;
la vigilanza e l’assistenza in comprensori sciistici.
L’intera attività si espleta in continua collaborazione con altri enti e organismi qualificati in interventi di ricerca e soccorso in montagna come il Corpo Forestale dello Stato, il Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (C.N.S.A.S.), il S.U.E.M. e il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Anche per il 2010, i militari specializzati S.A.G.F. hanno collaborato, in forza dell’accordo operativo siglato con il Centro Valanghe di Arabba, allo studio ed ai rilevamenti sul manto nevoso, finalizzati al controllo dei fenomeni valanghivi. Nel Veneto per richiedere l’intervento del S.A.G.F., è semplicemente necessario contattare il numero di Pubblica Utilita’ 117 o direttamente le Stazioni S.A.G.F. di Auronzo di Cadore (tel. 043599117) e di Cortina d’Ampezzo (tel. 04362943).
La Guardia di Finanza, sul confine terrestre, è presente con una propria struttura di Soccorso Alpino (S.A.G.F.), sorto nel 1965 al fine di presidiare le frontiere terrestri con servizi anticontrabbando, di perlustrazione e appostamento sulle linee più aspre del confine alpestre, di ricognizione dei cippi confinari, nonché per motivi di solidarietà alpina. I militari che fanno parte di questo servizio sono altamente specializzati ed in grado di affrontare con sicurezza difficoltà di quota, pericoli propri del terreno roccioso e ghiacciato, disagi derivanti da avverse condizioni meteorologiche. Garantiscono, 24 ore su 24, una immediata prontezza d’intervento in caso di richieste di soccorso.

Share

Comments are closed.