Thursday, 19 September 2019 - 00:01
direttore responsabile Roberto De Nart

Cortina: un 8 marzo da regina, un omaggio floreale, due importanti mostre in rosa, una conferenza che parlerà il linguaggio delle donne che vivono la montagna e irrinunciabili offerte per la cura del corpo

Mar 5th, 2011 | By | Category: Appuntamenti, Pausa Caffè

“Pink is the color of passion”, cantavano gli Aerosmith giusto qualche anno fa. Una frase che ben si addice alla Regina delle Dolomiti, dove anche i monti, al calar del sole, diventano rosa. Il posto ideale per festeggiare al meglio la donna nel giorno che le è dedicato.
8 marzo a Cortina quindi, tra mostre, eventi, concerti, offerte sportive e dedicate al benessere per coccolarsi nell’abbraccio di un luogo, come racconta anche la leggenda, dall’essenza tutta al femminile.
Si parte con un festoso omaggio floreale che la Regina riserverà a tutte le donne che si troveranno a passeggiare nella centralissima Piazza Venezia dalle ore 10.00 alle 16.00 di martedì 8 marzo.
Per continuare con I colori che toccano l’anima. La voce dell’altra metà del cielo – contro la violenza sulla donna, una collettiva di pittura, scultura e fotografia “in rosa” di artiste delle valli ladine, del Cadore e del Comelico in calendario dal 6 marzo all’10 aprile negli spazi del Comun Vecio. Un’iniziativa con un importante intento sociale: quello di mettere in luce le donne avvolte nel buio dei pregiudizi, della violenza e dell’ignoranza per esaltarne i diritti umani, scuotendo le coscienze. Un messaggio di sostegno e speranza che ha il fine di fornire strumenti e linguaggi per poter rivendicare il rispetto della dignità e della libertà femminili e intervenire in maniera concreta, attraverso le opere d’arte, all’interno di problematiche sociali. Volontà comune tra le maestre in esposizione sarà quella d’interpretare il dolore della violenza che la donna subisce nella quotidianità. Il titolo è legato all’allestimento che si baserà sulle sensazioni, sulle emozioni che scaturiscono dall’associazione con il nero, il bianco, il rosso scuro, il blu e il giallo perché come affermano le stesse artiste: “nel colore possiamo ritrovare e associare delle emozioni che nascono da un impulso dominante. Ogni sfumatura può risvegliare un ricordo, un piccolo o grande dolore legato all’animo femminile. Il colore tocca direttamente le corde dell’anima, come una vera epifania”.
Ancora arte figurativa fino al 25 aprile, grazie a Cherchez la femme. Le figure femminili nella collezione del Museo Mario Rimoldi. I grandi del Novecento alla “ricerca della donna” in un’esaustiva panoramica sulla rappresentazione del femminile nei lavori dei maggiori artisti ospitati dal Museo: da Campigli a Sironi, da Carrà a Casorati, fino a De Chirico, Mafai, Marussig e Carena. Circa 30 le opere selezionate, tra tele e sculture, per cogliere in profondità l’intensità psicologica ed emotiva della donna, tra mistero, seduzione, fragilità e forza.
A tingersi di rosa quest’anno sarà anche Cortina InCroda, la manifestazione dedicata alla cultura della montagna curata dallo storico Gruppo Scoiattoli. La conferenza ufficiale di presentazione della rassegna estiva si terrà giusto in data 8 marzo alle ore 11.30 in Sala Consigliare. Non una casualità, considerando che questa edizione numero 3 parlerà il linguaggio delle donne: scrittrici, alpiniste e personaggi femminili legati al mondo delle vette. Donna sarà l’opinionista ufficiale della kermesse che prenderà il timone dopo Mauro Corona ed Erri De Luca, alla guida nelle precedenti edizioni, e donne saranno le protagoniste che si racconteranno durante gli eventi.
Perché la montagna, da sempre, è donna.
Non potrà mancare, come in ogni festa che si rispetti, un momento di assoluto relax.
Rotta allora verso il Centro Benessere Country Club, tappa irrinunciabile per trascorrere un’esperienza davvero a 360 gradi all’insegna del wellness. Un luogo incantato affacciato sul torrente Boite all’interno del quale si trova una biosauna con vapore ed essenze aromatiche, mentre all’esterno non si potrà non provare la sauna finlandese e l’idromassaggio con cupola a vetri per godersi un magnifico panorama. Le più temerarie potranno anche immergersi in una vasca di acqua gelata, oppure, con l’accappatoio, effettuare un piccolo percorso a piedi illuminato dalle torce per raffreddarsi appena dopo la sauna. Un ampio spazio all’interno della struttura, con i lettini e un forno in ceramica, cullerà tutte le ospiti mentre sorseggiano una tisana calda. Il Country Club è anche centro estetico, lampade per viso e corpo e massaggi e per festeggiare tutte le donne propone uno sconto del 10 % sui massaggi alle pietre calde e ayurvedico e del 20% sul percorso benessere generale.
Info: tel. 0436/862127
Inoltre per chi volesse dedicarsi un bel massaggio, magari dopo una giornata intensa di sci, c’è la proposta dell’Hotel La Baita, a pochi passi dalle piste da sci del comprensorio 5 Torri, Giau e Lagazuoi. L’operatore olistico specializzato in metodologie cranio sacrali, Mirco Murer mette a disposizione la propria esperienza, in occasione della festa della donna, con due tipologie di massaggi: svedese completo (gambe, schiena, cervicale) della durata di 50 minuti, oppure bilanciamento cranio-sacrale della durata di 60 minuti. L’albergo è anche provvisto di un nuovissimo centro benessere compreso di sauna e bagno turco.
Info: tel. 0436/7172
Per chi non rinuncia a tenersi in forma, infine, il Fiames Nordic Center, da anni il polo dello sci di fondo a Cortina, riserva uno speciale sconto sul noleggio dell’attrezzatura e sulle lezioni dei maestri della Scuola Fondo Ski Cortina.

Share

Comments are closed.