Friday, 14 December 2018 - 10:45

Nasce una nuova alleanza tra Parchi e Università: AIDAP e CURSA firmano un protocollo d’intesa per la qualificazione e l’aggiornamento professionale della “gente dei parchi”

Feb 28th, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Meteo, natura, ambiente, animali, Prima Pagina

L’associazione italiana Direttori e funzionari delle Aree Protette e il CURSA – Consorzio Universitario per la Ricerca Socioeconomica e per l’Ambiente (nato da una joint venture tra le Università statali del Molise, della Tuscia e di Ferrara e la Onlus IDRA, Istituto di ricerca sull’ambiente) hanno stipulato un protocollo d’intesa per sviluppare sinergie e consolidare l’alleanza tra il mondo accademico, delle aree protette e quello coinvolto nella gestione sostenibile del territorio e delle risorse naturali.
Elemento di eccellenza di questa collaborazione, a livello operativo, è l’attivazione di “RETE DNA-Campus Aree Protette”, un progetto per lo sviluppo di una strategia per la qualificazione e la formazione permanente del personale e di soggetti a qualunque titolo coinvolti con la gestione delle Aree Protette, ma anche per offrire occasioni di alta formazione per le nuove sfide della globalizzazione e gestire gli impatti sull’ambiente e sulle risorse causati dai cambiamenti climatici.
Le attività di “RETE DNA” (Didattica Nazionale per l’Ambiente, titolo/acronimo di questo progetto pilota), saranno svolte in un originale e innovativo “Campus diffuso”: una “rete” composta da un coordinamento nazionale e una serie di nodi distribuiti sul territorio, costituiti anche dalle Aree Protette, che cureranno la gestione a livello locale delle diverse iniziative accademiche proposte.
Numerose e diverse le iniziative in preparazione: seminari, workshop, corsi di varia durata, moduli formativi che spaziano dalla promozione e marketing territoriale dei siti del patrimonio mondiale -World Heritage Sites- UNESCO, alla gestione e governance delle Aree Naturali Protette; dalla gestione e conservazione delle risorse naturali negli scenari dei cambiamenti globali, all’Interpretazione ambientale; dall’educazione e comunicazione per la tutela della Biodiversità, all’Educazione ambientale e all’outdoor education.
Con la firma dell’accordo, AIDAP s’impegna a diffondere presso i propri Soci e la propria rete di contatti, presso le Comunità dei Parchi e, in prospettiva, presso i componenti di UNIONE per i Parchi e la Natura d’Italia di cui è promotrice, i contenuti del Protocollo, i programmi annuali e l’offerta formativa: quest’ultima sarà messa a punto con il contributo di tutti i partner secondo opportunità e esigenze nazionali e
locali, e quindi proposta ogni anno, nei diversi campi di azione di Rete DNA. Da parte sua, il CURSA si impegna a considerare AIDAP partner principale, anche se non esclusivo, per la programmazione e gestione delle attività accademiche di Rete DNA, in particolare per quanto riguarda la conservazione della natura e i diversi aspetti della gestione delle Aree Protette.
Rete DNA è aperta anche allo scenario internazionale, alla collaborazione e allo scambio di esperienze e buone pratiche con Università, Agenzie e Organizzazioni particolarmente qualificate nella gestione dell’ambiente, della biodiversità, di aree naturali e di aree protette di qualunque tipologia.
Un primo passo di grande importanza a livello internazionale è stato già compiuto: AIDAP e CURSA, per Rete DNA, hanno stipulato un accordo di collaborazione (sister park arrangement) con il Conservation Study Institute e il Marsh Billings Rockefeller National Historical Park, due prestigiose istituzioni del National Park Service USA dedicate alla cultura e storia della conservazione della natura e alla formazione della classe dirigente del “sistema” dei quasi 400 parchi nazionali americani. Con questa intesa è stato esteso a CURSA, AIDAP e Rete DNA anche l’accordo già esistente tra questi due partner e le Fondazioni Shelburne Farms e Quebec Labrador, prestigiose organizzazioni cooperanti con il National Park Service per lo scambio di esperienze, la collaborazione per la ricerca, la didattica, l’educazione ambientale, la gestione delle fattorie educative e la formazione permanente per i parchi.

Share

Comments are closed.