13.9 C
Belluno
domenica, Maggio 31, 2020
Home Cronaca/Politica Treno Belluno-Venezia: 40 minuti per 7 chilometri. Bond: “situazione insostenibile”

Treno Belluno-Venezia: 40 minuti per 7 chilometri. Bond: “situazione insostenibile”

Dario Bond

Una segnalazione tira l’altra e così dopo l’odissea vissuta ieri mattina da molti pendolari della tratta Belluno-Venezia, al consigliere del Pdl Dario Bond sono arrivate nuove storie. Tutte di vita vissuta e tutte dell’ultim’ora. L’episodio più eclatante riguarda il treno diretto Belluno-Venezia partito dalla città lagunare ieri sera alle 19,42.  Una corsa regolare almeno fino a Ponte nelle Alpi, dove il mezzo si è bloccato per circa venti minuti per poi procedere a rilento fino a Belluno. Inizialmente il capotreno ha annunciato tramite interfono che c’erano problemi di “incrociamento” con un altro mezzo. “Siamo in attesa di un treno incrociante”, la frase esatta. Poi dopo qualche minuto – e sempre tramite interfono – è arrivata un’altra spiegazione, ben più preoccupante: “Ci sono dei guasti tecnici della linea, ci scusiamo per il disagio”. Il treno ha ripreso la sua corsa verso le 21,50 fermandosi alcune volte in prossimità dei passaggi a livello nella zona del centro commerciale Emisfero. Poi l’arrivo a Belluno verso le 22 e 10: oltre 35 i minuti di ritardo. Ciliegina sulla torta il ritardo accumulato questa mattina dal treno Belluno-Venezia delle 7,32. E’ partito alle 7,51, riuscendo a recuperare due minuti rispetto alla tabella di marcia. “Anche questi episodi finiranno nella segnalazione che farò all’assessore Renato Chisso e agli uffici regionali. Trenitalia deve risponderne”, afferma Bond. “E’ intollerabile che un treno ci metta circa quaranta minuti per fare pochissimi chilometri”. Lo stesso Bond, ieri, aveva dichiarato come in questi casi si debba valutare se ci sono gli estremi per sanzionare Trenitalia, studiando un meccanismo per recuperare parte degli abbonamenti.

Share
- Advertisment -

Popolari

Massaro e Perenzin sollecitano Zaia: «Asili nido ancora fermi. Vogliamo riaprirli, la Regione si decida»

  Appello dei sindaci bellunesi alla Regione Veneto affinché provveda alla riapertura degli asili nido: l'ordinanza regionale n. 50 dello scorso 23 maggio - che...

Escursionista si perde nella nebbia

Ponte nelle Alpi (BL), 31 - 05 - 20    Alle 11.15 circa la Centrale del 118 è stata contattata per avere informazioni da...

On line il sito dell’Associazione proprietari Nevegal. Progetti per rendere vivibile il Colle tutto l’anno

Il Covid-19 non ha fermato l’Associazione proprietari Nevegal che in questi mesi ha realizzato un sito internet www.associazioneproprietarinevegal.it e condiviso idee e progetti con...

Auronzo. La giunta mette a disposizione 500mila euro del Fondo Comuni Confinanti per l’emergenza covid-19

La giunta comunale di Auronzo di Cadore ha convocato in Sala consiliare i presidenti delle Regole, dell’Ente Cooperativo, del Consorzio Turistico, dello Iat, del...
Share