Sunday, 24 June 2018 - 01:03

Polo Ladies sulla neve: debutto del gioco in rosa nell’Audi Winter Polo di Cortina d’Ampezzo. Sabato per la giornata di chiusura non stop dalle 10.30 alle 15.30

Feb 25th, 2011 | By | Category: Eventi, sport, tempo libero, Prima Pagina

Una “prima mondiale” è andata in scena oggi, venerdì 25 febbraio, sul lago ghiacciato di Misurina (Auronzo di Cadore –1800 metri sul livello del mare), confermato palcoscenico della Cortina Winter Polo Audi Gold Cup, il torneo  su neve che divide con quello di St Moritz il ruolo di leader nel panorama mondiale di questa affascinante quanto antica disciplina equestre.
In una giornata che ha riservato al numeroso  pubblico  e agli  addetti ai lavori tempo splendido ma temperature proibitive (-10 gradi al momento della partita), per la prima volta si sono affrontati in un match su neve due polo team femminili. Molta internazionalità in campo con la squadra Le Noir composta dalle tedesche  Eva Bruehl, Iris Hadrat e Marie Janet Ferch e dall’italiana Ginevra D’Orazio e la squadra Ruinart con la fuoriclasse inglese Emma Tomlinson, la sua connazionale Tamara Vestey, la francese Valerye Fraychinaud e l’italiana Chantal d’Acquarone. Equilibrato il gioco con un risultato  di solo  mezzo punto in favore del team Le Noir . La Cortina Winter Polo Audi Gold Cup, giunta alla ventiduesima edizione, con l’organizzazione di questo così particolare evento si   guadagna un suo spazio nel guinnes dei primati sportivi. Domani le “polo – ladies” saranno nuovamente in campo per un secondo incontro (h.10.30) che aprirà la giornata di chiusura  della Cortina Winter Polo Audi Gold Cup. Per la vittoria sono in lizza le squadre di Audi e Audemars Piguet (h. 13.30).  La partita valida per l’assegnazione del 3° e 4° posto (h.12.00) verrà effettuata con formula “all’americana” e disputata dai polo teams di Julius Baer, Hotel de la Poste e U.S. Polo Ass.n.  

HOTEL DE LA POSTE Polo Team vs US POLO ASSN. Polo Team 5 e ½ a 6

Incontro reso difficile per entrambe le squadre dal forte vento che spesso ha fatto deviare la palla dalla traiettoria. Si è iniziato con l’immediato pressing di US Polo Assn. (capitano Albrecht Bach, Manuel Cereceda, Pablo Jauretche, Agustin Martines) che ha voluto subito recuperare il mezzo goal di vantaggio, per minor numero complessivo di handicap di Hotel de la Poste (capitano Fabio Acampora, Paolo Sant’Ambrogio, Tito Ruiz Guinazu, Juan Ruiz Guinazu). Un back di classe di Jauretche – che è stato regista e goleador del team del capitano Bach – metteva in moto Martines che andava in goal nel primo chukker, portando in vantaggio US Polo Assn., seguito nel secondo da una goleada (tre marcature, di cui una sotto pancia del cavallo) dello stesso Jauretche. Nel terzo chukker Hotel de La Poste riusciva a siglare una doppietta, prima di Juan e poi di Tito Ruiz Guinazu (con un bella azione in solitario), i quali si ripetevano nell’ultimo chukker, entrambi trasformando dei penalty. La risposta di US Polo Assn., con Martines e ancora Jauretche, non si faceva però attendere, conquistando con la vittoria il posto nella finale per il 3° e 4° posto di domani.

Il dettaglio della partita
1° chukker    Hotel de La Poste ½     US Polo Assn. 1  –  Goal di Martines (1) US Polo Assn.
2° chukker    Hotel de La Poste 1 ½     US Polo Assn. 4  –  Goal di Tito Ruiz Guinazu (1) Hotel de La Poste, Jauretche (3) US Polo Assn.
3° chukker    Hotel de La Poste 3 ½     US Polo Assn. 5  –  Goal di  Tito Ruiz Guinazu (1) e Juan Ruiz Guinazu (1), Martines (1) US Polo Assn.
4° chukker    Hotel de La Poste 5 ½     US Polo Assn. 6  –  Goal di Tito Ruiz Guinazu (1) e Juan Ruiz Guinazu (1) Hotel de La Poste, Jauretche (1) US Polo Assn.

RUINART Ladies’ Polo Team vs LE NOIR Ladies’ Polo Team   4 a 4 ½

Prima partita rosa su neve nella storia del polo sul rettangolo di Misurina tra Ruinart (Emma Tomlinson, Tamara Vestey, Valerie Fraychinaud, capitano Chantal d’Acquarone) e Le Noir (capitano Eva Bruehl, Ginevra D’Orazio, Iris Hadrat, Marie Janet Ferch) che hanno dato vita ad un incontro serrato, veloce e corretto. La tedesca Bruehl (suo un insidioso tiro, nei primi minuti, che sfiorava un palo avversario) da un lato e la coppia britannica Tomlinson-Vestey dall’altro guidavano le incursioni nelle aree avversarie, con la Vesty che riusciva ad accorciare nel primo chukker le distanze, dato che Le Noir usufruiva di 1 goal e mezzo di vantaggio per inferiore handicap di squadra. Dopo una marcatura su punizione della Bruehl nel secondo chukker, nel successivo era la Tomlinson a firmare due stupendi goal, prima in contropiede al termine di una discesa da metà campo e poi con un forte tiro dal limite dell’area avversaria. Altri due penalty trasformati dalla Bruehl ristabilivano le distanze e il vantaggio di Le Noir, che resisteva anche ad un’ultima marcatura della Vestey.

Il dettaglio della partita
1° chukker     Ruinart 1      Le Noir 1 1/2  – Goal di Vestey (1) Ruinart 
2° chukker     Ruinart 1      Le Noir 2 ½   – Goal di Bruehl (1) Le Noir
3° chukker     Ruinart 3      Le Noir 3 1/2  – Goal di Tomlinson (2) Ruinart, Bruehl (1) Le Noir
4° chukker     Ruinart 4      Le Noir 4 ½   – Goal di Vestey (1) Ruinart, Bruehl (1) Le Noir

Fabio Acampora – Hotel de La Poste Polo Team
“Fino all’ultimo abbiamo sperato di vincere ma qualche nostro errore ha determinato il risultato negativo. Peccato però perdere partita e finale dal 3° al 4° posto, per solo mezzo goal”.

Albrecht Bach – US Polo Assn. Polo Team
“Contento di aver superato il turno, ora ci aspetta un duro scontro domani con Julius Baer. Il forte vento ci ha impedito più di una marcatura ma noi eravamo in una condizione eccellente, con i tre professionisti argentini in piena forma”.

Emma Tomlinson  – Ruinart Ladies’ Polo Team
“Ci siamo divertite, anche se abbiamo dovuto subire qualche marcatura di troppo. Molto forti le nostre due inglesi, una coppia affiatata e concreta, lo si è visto dai goal che hanno segnato. Comunque speriamo di avere maggiore fortuna domani. ”.

Eva Bruehl –  Le Noir Ladies’ Polo Team
“Tanta fortuna da parte nostra. Il vento ci ha però infastidite parecchio. Le avversarie sono state particolarmente agguerrite, le due britanniche hanno notevole classe, d’altronde giocano insieme da molto tempo”.

Share

Comments are closed.