13.9 C
Belluno
martedì, Giugno 2, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Tante montagne un'unica Italia: 20 cime per 20 regioni. Cortina festeggia i...

Tante montagne un’unica Italia: 20 cime per 20 regioni. Cortina festeggia i 150 anni dell’Unità d’Italia

Tra le numerose e significative  iniziative organizzate per festeggiare i 150 anni di Unità d’Italia brilla un progetto di Cortina d’Ampezzo: la sezione ampezzana del Cai, insieme alle Guide Alpine, ha dato vita a un anno di risalite, un 2011 da vivere esplorando le montagne più alte e più affascinanti del Belpaese, un’avventura dal sapore unico, pronta a partire il prossimo 24 febbraio.
“20 cime per 20 regioni”: questo il titolo significativo del progetto che il Cai e le Guide Alpine di Cortina dedicano ai 150 anni di Unità d’Italia. Obiettivo: salire le vette più alte del Belpaese, toccando tutte le regioni, nessuna esclusa, per un omaggio a un anniversario speciale e un modo innovativo per scoprire le bellezze della penisola. «Dal punto di vista orografico l’Italia è piena d’asperità, montagne a volte simili a volte così diverse tra loro da sembrare molto lontane nello spazio e nel tempo. Basti pensare a quanto sono differenti le Alpi dall’Aspromonte o l’Etna dalle Dolomiti per accendere la fantasia di un alpinista», come spiega Paolo Tassi delle Guide Alpine nel presentare questo tour lungo un anno. «Un’ottima occasione per conoscere meglio la nostra bella Italia piena di storia, d’arte e di paesaggi incantevoli», aggiunge la presidente del Cai di Cortina, Paola Valle, che sta divulgando il progetto al Cai nazionale nella speranza di coinvolgere tutto il Club Alpino Italiano e le sue tante sezioni disseminate sul territorio. Il progetto è pronto a partire giovedì 24 febbraio 2011 con la risalita del monte Etna su sci d’alpinismo. Una delle particolarità di questo speciale tour sta nel fatto che ogni cima verrà affrontata in modo differente a seconda della stagione e del luogo: sci, mountain bike o trekking, ogni vetta si trasformerà in un’esperienza davvero irripetibile. Oltre alle cime più rinomate il viaggio farà tappa alla scoperta di montagne meno note come i pendii della Serra Dolcedorme in Calabria o del monte Cornacchia in Puglia. Un percorso che vuole unire l’Italia attraverso le sue bellezze naturali e che, partito dalla Sicilia, terminerà il 27 ottobre con la risalita del Monte Meta in Molise: un nome che è davvero un traguardo. «Un’esperienza unica per conoscere, condividere e incontrare le similitudini e le diversità alpinistiche e non solo, di questo mosaico italiano», sottolinea il presidente delle Guide ampezzane Franco Gaspari.
Le Guide Alpine di Cortina hanno alle spalle una tradizione più che secolare per quanto riguarda la montagna. Attualmente sono in 30 e lavorano da sempre per trasmettere le loro conoscenze, la loro passione per questa parte del mondo aspra e tante volte inospitale, ma comunque meravigliosa e sempre capace di regalare emozioni indimenticabili. La loro dimestichezza nel muoversi a diversi metri da terra e la perfetta conoscenza dell’uso delle corde e dei materiali alpinistici ne fanno i professionisti più indicati per farsi accompagnare lungo sentieri o vie ferrate. E a Cortina non poteva di certo mancare una sezione del Cai, il Club Alpino Italiano che alle sue spalle ha una storia di ben 128 anni di attività legate alla montagna: dalle classiche escursioni alle presentazione di libri, oltre alla manutenzione dei sentieri di competenza e l’opera di divulgazione dell’amore per questi territori. Una passione, quella per le pareti rocciose, che accomuna questi due gruppi e che li ha portati a ideare, grazie all’occasione unica dei 150 dell’Unità d’Italia, un progetto che avesse lo scopo di celebrare le cime più alte e belle dell’intera nazione: 20 cime per 20 regioni.

Share
- Advertisment -

Popolari

990mila euro per la messa in sicurezza a Villaga. Bortoluzzi (Provincia) e Zatta (Comune di Feltre): «Si pone fine a un problema annoso»

Partirà nei prossimi giorni la messa in sicurezza dell'abitato di Villaga, in Comune di Feltre. Una vasta operazione gestita dalla Provincia di Belluno che...

Borgo Valbelluna. Le biblioteche, “Piazze del sapere” anche per i più giovani

In questi giorni il Comune di Borgo Valbelluna si sta attivando per formalizzare l’affidamento a terzi di alcune attività del servizio bibliotecario comunale per...

2 giugno Festa della Repubblica. Cerimonia in piazza dei Martiri per il 74mo anniversario

La drammatica situazione di emergenza sanitaria causata dall’epidemia del coronavirus impone che per quest’anno la cerimonia si svolga rispettando le misure di prevenzione per...

Nevegal, basta rimpalli! De Moliner: “Non vorremmo che la proposta Gidoni in Regione finisse come la Legge 25/14 sulla autonomia della Provincia di...

"Crediamo che sulla vicenda Nevegàl debba essere fatta chiarezza sulle intenzioni che hanno la Regione e il Comune di Belluno. Non è possibile, ed...
Share