Tuesday, 18 September 2018 - 21:15

Fino al 27 marzo alla cantina Fasol Menin di Valdobbiadene la personale di Andrea Serafini

Feb 23rd, 2011 | By | Category: Arte, Cultura, Spettacoli, Pausa Caffè, Società, Istituzioni

Prove d’ombra. Riscopriamo senza timore la preziosa e raffinata dialettica del Bianco e Nero. Dal 29 gennaio al 27 marzo alla Cantina Fasol Menin via Fasol Menin 22/B di Valdobbiadene (www.fasolmenin.com) la mostra dell’artista Andrea Serafini.”….paesaggi urbani studiati e interpretati con scientificità quasi”archeologica”… dati retinici che documentano l’alienazione e la placida omologazione dell’uomo contemporaneo, inconsapevole argonauta di luoghi tutt’altro che ameni… Dati-visivi o se preferite appunti di viaggio poeticamente e arbitrariamente filtrati dalla coscienza-intelletto di un artista bellunese errante…. L’Ars subtilior dell’acquaforte indaga questi spazi foderati di vetro, asfalto e beton-armè, spazi organizzati, funzionali agli spostamenti di merce umana…” (Simone Olivetti)

Andrea Serafini-Cenni Biografici

Andrea Serafini, pittore e incisore agordino, classe 1965, si diploma presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia sotto la guida dei Maestri Clauco Benito Tiozzo e Carlo Maschietto per la Pittura, Mario Guadagnino e Diana Ferrara per L’Incisione. Nel 1993 vince una borsa di studio presso la Scuola Internazionale di specializzazione per la Grafica d’Arte “Il Bisonte” di Firenze sotto la guida del Maestro Domenico Viggiano.
Dal 1996 espone in mostre e rassegne di Incisione di carattere nazionale e internazionale.
Tra le più importanti la “International Print Triennial of Crakow 2009″, nell’ambito della quale sue opere vengono selezionate ed esposte presso la Kuentlerhaus di Vienna , presso il Janssen Museum di Oldenburg e presso la Sztuki Gallery di Katowice.
Nel 2000 gli viene conferito il secondo premio al concorso internazionale per la Grafica d’Arte “ 40 anni de il Bisonote” di Firenze.
Nel 2007 è segnalato alla “VIII Biennale Internazionale per l’Incisione Premio Acqui” di Acqui Terme e alla IV edizione del “Premio Santa Croce” di Santa Croce Sull’Arno” .
Nel 2003 allestisce una mostra personale dal titolo “Controluce” presso il Teatro Verdi di Lonigo, curata da Stefania Portinari; nel 2004 presso la Galleria “Il Bisonte” di Firenze a cura di Giorgio Trentin. Dal1997 Andrea Serafini insegna Tecniche dell’Incisione nelle Accademie di Belle Arti; prima a Sassari, poi ad Urbino e Macerata.
Attualmente è titolare all’Accademia di Belle Arti di Venezia.
L’incisione per Andrea Serafini rappresenta il linguaggio privilegiato della ricerca espressiva.
La sua poetica è rivolta alla dimensione urbana elevata ad epica della quotidianità: strade, caffè,pensiline e altri luoghi di passaggio attraversati da presenze transitorie sono i motivi più recenti, interpretati prevalentemente ad acquatinta, spesso mista ad acquaforte, puntasecca e vernice molle, soggetti nei quali lo studio luministico assume un forte significato emotivo.
www.andreaserafini.info

Share

Comments are closed.