Tuesday, 23 January 2018 - 21:41

Il nuovo fumetto di Orso Dino martedì al Centro Rossi

Feb 20th, 2011 | By | Category: Appuntamenti, Pausa Caffè

Martedì 22 febbraio, alle ore 18.00, presso il centro culturale “Piero Rossi” in piazza Piloni a Belluno verrà presentato il nuovo fumetto del Parco “Vai Dino, vai!”. Il nuovo libro, terza uscita della collana del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi “Educazione ambientale”, illustra, con il linguaggio semplice e accessibile del fumetto, un fatto molto importante dal punto di vista scientifico e conservazionistico: la presenza contemporanea nel Parco di orsi provenienti dall’Est e dalla popolazione trentina dell’Adamello Brenta. Un evento che testimonia come la natura stia cercando di ricostruire una situazione che l’uomo ha distrutto, ovvero una presenza continua dell’orso sull’arco alpino, estesa dalla Slovenia al Trentino. Un’opera di ricostruzione favorita dalla presenza e dall’attività delle aree protette disseminate sulle Alpi e che purtroppo, come abbiamo visto in questi giorni con l’incendio del monte San Mauro, a volte i comportamenti irresponsabili di qualcuno rendono vani. Il fumetto racconta le avventure di due orsi: Dino e KJ2G2 che, arrivando da zone diverse (il primo dalla Slovenia, il secondo dal Trentino), si incontrano nel Parco. Qui faranno conoscenza con altri abitanti dell’area protetta: la camoscia Camilla, la farfalla Lalla, l’allocco Al e Gedeone: un gallo cedrone che cerca, inutilmente, di usare il radiocollare degli orsi per ascoltare la cronaca delle partite di calcio! Alla presentazione di Belluno saranno presenti il Presidente del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi, Benedetto Fiori; il Direttore del Parco Nino Martino, autore del volume; Andrea Cozzarin, che ha realizzato i disegni; Luca Celi e Annapaola Cagnan, che hanno curato sceneggiatura
e grafica del fumetto. È previsto anche l’intervento del Direttore di Lattebusche, Antonio Bortoli, perché la realizzazione del volume è stata interamente finanziata dalla nota cooperativa lattiero-casearia che, con questa iniziativa, rafforza ulteriormente la sua già stretta collaborazione con l’area protetta.

Share

Scrivi un commento

You must be logged in to post a comment.