13.9 C
Belluno
venerdì, Maggio 29, 2020
Home Cronaca/Politica Veneto terza Regione per segnalazione di abusi su minori. Pdl: "introduciamo la...

Veneto terza Regione per segnalazione di abusi su minori. Pdl: “introduciamo la castrazione chimica”

Dario Bond

Una vera e propria emergenza, amplificata negli ultimi anni da internet e dai nuovi mezzi di comunicazione. A dirlo è anche un recente rapporto di Telefono Azzurro, che vede il Veneto come la terza regione in Italia per numero di segnalazioni di abusi sessuali su minori. E il problema è emerso in tutta la sua attualità anche nella recente relazione della Procura generale di Venezia, dove si evidenzia come i crimini su minori – pedofilia e pedopornografia – siano addirittura in aumento. E’ in questo scenario che si muove la proposta di legge presentata dal gruppo consiliare veneto del Pdl. Una proposta innovativa che fa della formazione e dell’informazione i suoi punti salienti. Tra le novità, c’è l’introduzione di un programma sperimentale di sottoposizione volontaria al trattamento farmacologico di blocco androgenico totale per i soggetti condannati per il reato di violenza sessuale su minori, la cosiddetta “castrazione chimica”. A chiedere il “nuovo corso” – andando a riprendere e integrare un progetto di legge della scorsa legislatura – è il vicecapogruppo del Pdl, Piergiorgio Cortellazzo: “E’ un provvedimento estremo, ma dobbiamo evitare che queste persone possano continuare a fare del male ai nostri bambini”. Di “tolleranza zero” ha parlato anche il collega Mauro Mainardi. Ovviamente, massima è l’attenzione nei confronti della vittima: la proposta mira alla creazione di un centro di riferimento regionale, a carattere sperimentale, per le vittime di abuso. E un appello al mondo della scuola è arrivato dal capogruppo del Pdl, Dario Bond: “E’ il luogo dove i ragazzi si confidano e mostrano le loro emozioni. Dobbiamo sensibilizzare gli educatori, dare loro gli strumenti per l’ascolto”. E l’appello è stato subito accolto dall’assessore regionale all’istruzione Elena Donazzan, che ha ricordato come la giunta abbia già portato avanti dei progetti: “Sul tema della pedofilia non ci sono alibi. Serve la massima durezza”.

Share
- Advertisment -

Popolari

Nigeriano arrestato per resistenza e violenza e poi rilasciato

Nel pomeriggio di oggi, giovedì 28 maggio, i carabinieri del Nucleo radiomobile di Belluno hanno arrestato O.A. classe '88 cittadino nigeriano residente a Trichiana...

Movida e motociclisti sorvegliati speciali nel weekend

Il distanziamento sociale quale inderogabile parametro per la tutela della salute pubblica, e il conseguente rafforzamento dei controlli nei luoghi della “movida” finalizzati a...

Storie di vita, #storiedirose: al via il contest fotografico e narrativo del Museo Etnografico della Provincia di Seravella

È partito in quarta #storiedirose, contest fotografico e narrativo curato dal Museo Etnografico della Provincia di Belluno. Nel giro di pochi giorni, il progetto...

Asilo di Levego. Le precisazioni della Cooperativa Kairos

Al Sindaco del Comune di Belluno Ai Signori Genitori dei bambini iscritti all’Asilo Nido Integrato di Levego Agli Organi di Stampa Roma, 25 Maggio 2020 Oggetto: lettera inviata al...
Share