13.9 C
Belluno
mercoledì, Maggio 27, 2020
Home Lavoro, Economia, Turismo Avviamento nominativo di persone disabili da parte degli Enti pubblici. Ecco le...

Avviamento nominativo di persone disabili da parte degli Enti pubblici. Ecco le novità

Palazzo Piloni sede della Provincia

L’assessore alle Politiche del Lavoro, Stefano De Gan, ha illustrato a Palazzo Piloni i criteri provinciali per l’avviamento nominativo di persone disabili (da parte di Enti pubblici), così come recentemente modificati ed approvati dalla Giunta Bottacin.
All’incontro, a cui erano stati invitati tutti gli Enti pubblici della provincia, hanno preso parte i rappresentanti delle due Ulss bellunesi, l’Agenzia del territorio, la CCIAA, l’Ufficio Scolastico provinciale ed i Comuni di Belluno, Chies d’Alpago, Livinallongo, Perarolo, Trichiana e Vas. «Abbiamo voluto spiegare nel dettaglio quali modifiche siamo andati ad apporre nei diversi criteri – ha spiegato l’assessore De Gan – . Si tratta, ovviamente, di correzioni che mirano non solo a rispondere meglio alle esigenze degli Enti che richiedono determinate figure, ma anche a dare maggiori possibilità ad una fascia “debole” della nostra società. Fino al 31 gennaio del prossimo anno, gli enti pubblici che intendono effettuare avviamenti nominativi di persone disabili per le qualifiche e i profili per cui è richiesto il solo requisito della scuola dell’obbligo, potranno procedere – in via sperimentale – secondo due diverse modalità. La prima, con i relativi criteri, è già in vigore dal 2001, mentre la seconda è quella sulla quale abbiamo voluto apporre delle modifiche che riteniamo vadano nella direzione di soddisfare maggiormente sia l’offerta che la domanda di lavoro».
«Ci tengo a ricordare che i nostri uffici della Politiche del Lavoro a Palazzo Piloni sono sempre disponibili a dare tutte le indicazioni e tutti i chiarimenti si rendano necessari, sia per chi cerca il lavoro, sia per chi l’Ente che lo propone», ha concluso l’assessore.

Share
- Advertisment -

Popolari

Ciclone Vaia: raccolti oltre 390mila euro per il Centro coordinamento soccorsi dei Vigili del fuoco di Belluno

Il Fondo di Solidarietà costituito a fine 2018 a favore delle popolazioni venete colpite dal ciclone Vaia da Confindustria Veneto e Cgil Cisl Uil...

Il Consiglio regionale approva le due mozioni Gidoni: Ufficio esecuzione penale esterna a Belluno. Potenziamento del personale all’Ufficio scolastico di Belluno

Venezia 26 mag. 2020 - “Attivare una sede bellunese dell’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna, per evitare ai cittadini e ai dipendenti residenti in provincia...

Rilancio del Nevegal. Fracasso, Pigozzo, Bello e Dal Farra (PD): “Basta rimpalli tra Regione e Comune: assicurare accessibilità ai rifugi con gli impianti già dalle...

Venezia, 26 maggio 2020  "Il rilancio del Nevegal non può più attendere: Regione e Comune di Belluno la smettano di rimpallarsi responsabilità e accampare scuse,...

Belluno. Occupazione suolo pubblico. Via libera a plateatici in piazza Mercato e via Mezzaterra

Più facilità per gli esercizi pubblici di ampliare i propri plateatici nel periodo estivo anche su strade poco trafficate: la Giunta del Comune di...
Share