13.9 C
Belluno
mercoledì, Maggio 27, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli Appuntamenti Giovedì 10 febbraio al Museo civico di Feltre il Giorno del ricordo

Giovedì 10 febbraio al Museo civico di Feltre il Giorno del ricordo

Il 10 febbraio 1947, con la firma del Trattato di Parigi, l’Italia cedeva alla Jugoslavia le province di Pola, Fiume e Zara, e gran parte del territorio di quelle di Trieste e Gorizia. Il Parlamento Italiano, nel 2004, ha scelto questa data come “Giorno del Ricordo”, per commemorare ogni anno la “tragedia degli italiani e di tutte le vittime delle foibe, dell’esodo dalle loro terre degli istriani, fiumani e dalmati nel secondo dopoguerra e della più complessa vicenda del confine orientale”. La terribile pagina di storia interessò questi territori a partire dall’autunno del ’43, subito dopo l’armistizio, fino al 1947. Qui i partigiani dell’esercito di Tito rastrellarono, deportarono e uccisero migliaia di persone, per lo più italiani. Triste simbolo di questa persecuzione sono le foibe (fosse rocciose profonde fino a 200 metri tipiche del paesaggio carsico) in cui furono gettati, vivi o dopo esecuzioni sommarie, centinaia di uomini, donne e bambini. Nel dopoguerra, quasi tutta la popolazione italiana dall’Istria, di Fiume e della Dalmazia fu costretta così ad un esodo di massa.
Giovedì 10 febbraio, il comune di Feltre propone, alle ore 15.30 al Museo Civico una riflessione sui tragici fatti. Dopo il saluto delle Autorità, interverrà il sig. Giovanni Ghiglianovich, profugo e presidente del Comitato di Belluno dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia. Seguirà la proiezione di parte del documentario “Le radici del ricordo: storia di una terra e del suo popolo”, edito a cura della Regione del Veneto, e di un’intervista tratta da “Padre Flaminio Rocchi – L’Apostolo degli Esuli”. In quest’ultimo video, il francescano istriano, che per 50 anni ha diretto l’ufficio assistenza dell’Associazione Nazionale Venezia Giulia e Dalmazia e ha creato a Roma la Fondazione Giuliana, Fiumana e Dalmata, descrive il ruolo del clero locale in quel contesto storico.

Share
- Advertisment -

Popolari

Nuovo censimento e monitoraggio coordinato dei nidi: parte il progetto “Belluno città delle rondini”

Primo sopralluogo operativo del progetto "Belluno città delle rondini". Ieri pomeriggio i soggetti organizzatori dell'iniziativa di tutela del volatile hanno effettuato una ricognizione dei...

Ciclone Vaia: raccolti oltre 390mila euro per il Centro coordinamento soccorsi dei Vigili del fuoco di Belluno

Il Fondo di Solidarietà costituito a fine 2018 a favore delle popolazioni venete colpite dal ciclone Vaia da Confindustria Veneto e Cgil Cisl Uil...

Il Consiglio regionale approva le due mozioni Gidoni: Ufficio esecuzione penale esterna a Belluno. Potenziamento del personale all’Ufficio scolastico di Belluno

Venezia 26 mag. 2020 - “Attivare una sede bellunese dell’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna, per evitare ai cittadini e ai dipendenti residenti in provincia...

Rilancio del Nevegal. Fracasso, Pigozzo, Bello e Dal Farra (PD): “Basta rimpalli tra Regione e Comune: assicurare accessibilità ai rifugi con gli impianti già dalle...

Venezia, 26 maggio 2020  "Il rilancio del Nevegal non può più attendere: Regione e Comune di Belluno la smettano di rimpallarsi responsabilità e accampare scuse,...
Share