13.9 C
Belluno
martedì, Giugno 2, 2020
Home Arte, Cultura, Spettacoli La scrittrice Maria Gianola ha incontrato i bambini della scuola dell’infanzia...

La scrittrice Maria Gianola ha incontrato i bambini della scuola dell’infanzia e della scuola primaria a Castion

Un avvincente laboratorio interattivo per bambini della scuola dell’infanzia San Gaetano e della Scuola Primaria di Castion e Badilet con la scrittrice veneziana Maria Gianola si è svolto a Castion nell’ambito nell’ambito della rassegna “A merenda con l’autore”, promossa    dal Comitato Genitori-  Progetto biblioteca  – di Castion e Badilet..
In occasione di questo evento circa 70 bambini hanno potuto conoscere Maria Gianola personalmente, apprezzarla come scrittrice e disegnare con lei, partecipando ad un laboratorio interattivo appositamente ideato per l’ormai importante e collaudata iniziativa castionese.
Il primo libro presentato si intitola “Che faccia fai?” E’ un  simpatico libro  con finestrelle che aiuta i bambini a prendere coscienza di se stessi.
Ascoltando direttamente dall’autrice le storie di questo libro i bambini hanno incontrato sette storie e sette bambini diversi, che prendevano forma visiva in diretta attraverso i disegni alla lavagna della scrittrice con la partecipazione e l’intervento dei bambini, fare  facce differenti associate a emozioni e sentimenti corrispondenti: felici, tristi, spaventate o meravigliate.
Con il secondo libro, dal titolo “ Che animale sei?” i bambini incontrato, sempre interagendo con  la voce e la matita della scrittrice Maria Gianola, sette animali diversi, quali un coniglio, un camaleonte,un gabbiano ed una tigre….. associati ad emozioni e sentimenti corrispondenti alla felicita’, tristezza, meraviglia e rabbia.
Nell’ultima parte del laboratorio sono stati proprio i bambini a prendere carta, pennarelli, forbici e colla per realizzare, con i suggerimenti della scrittrice, a realizzare i disegni corrispondenti proprio ai diversi stati d’animo.
All’interesse dei bambini si è aggiunta la soddisfazione della scrittrice veneziana Maria Gianola, che, a conclusione del laboratorio, ha dichiarato: “L’iniziativa “A merenda con l’autore” è davvero un modo intelligente per stimolare l’interesse dei più piccoli al mondo della lettura. Leggere aiuta a crescere ed aprire la mente. L’interesse e l’entusiasmo mostrato durante il mio laboratorio  è di certo dovuto anche all’impegno di genitori attenti e sensibili. Istituire una biblioteca all’interno della scuola e creare delle attività che la rendano giocosa e interattiva è un vero e proprio regalo per questi bambini.
Maria Gianola lavora e vive a Venezia, città dove è nata. Inizia da bambina a disegnare con passione e poi da grande si dedica allo studio di Letteratura, Storia dell’Arte, Pittura e Disegno.
In questi anni ha illustrato molti libri per bambini, compresa una guida illustrata di Venezia per bambini, con numerose case editrici, collabora con varie testate giornalistiche ed organizza laboratori di pittura con vari musei.

Share
- Advertisment -

Popolari

990mila euro per la messa in sicurezza a Villaga. Bortoluzzi (Provincia) e Zatta (Comune di Feltre): «Si pone fine a un problema annoso»

Partirà nei prossimi giorni la messa in sicurezza dell'abitato di Villaga, in Comune di Feltre. Una vasta operazione gestita dalla Provincia di Belluno che...

Borgo Valbelluna. Le biblioteche, “Piazze del sapere” anche per i più giovani

In questi giorni il Comune di Borgo Valbelluna si sta attivando per formalizzare l’affidamento a terzi di alcune attività del servizio bibliotecario comunale per...

2 giugno Festa della Repubblica. Cerimonia in piazza dei Martiri per il 74mo anniversario

La drammatica situazione di emergenza sanitaria causata dall’epidemia del coronavirus impone che per quest’anno la cerimonia si svolga rispettando le misure di prevenzione per...

Nevegal, basta rimpalli! De Moliner: “Non vorremmo che la proposta Gidoni in Regione finisse come la Legge 25/14 sulla autonomia della Provincia di...

"Crediamo che sulla vicenda Nevegàl debba essere fatta chiarezza sulle intenzioni che hanno la Regione e il Comune di Belluno. Non è possibile, ed...
Share