Friday, 14 December 2018 - 18:57

Programma regionale di sviluppo (Prs), insediato il gruppo di esperti

Gen 21st, 2011 | By | Category: Cronaca/Politica, Prima Pagina

Con l’insediamento del gruppo di esperti avvenuto stamane a Venezia, Palazzo Balbi, sede della Giunta veneta, è di fatto iniziato il percorso per la predisposizione del nuovo PRS, il Programma Regionale di Sviluppo, che individua gli indirizzi fondamentali dell’attività dell’Ente, fornendo il quadro di riferimento strategico per lo sviluppo della comunità veneta, da cui debbono coerentemente derivare tutti gli strumenti di programmazione regionale. “Partendo da quanto di buono è stato fatto in termini di analisi e ricerca con il PRS del 2007 – ha spiegato il vicepresidente Marino Zorzato – abbiamo deciso di lavorare a un nuovo strumento, nonostante quello vigente sia relativamente recente. Ma troppe cose sono cambiate in quest’ultimo periodo e oggi dobbiamo confrontarci con scenari radicalmente mutati: dalla situazione economia nazionale ed internazionale al sistema produttivo, dal quadro normativo ai nuovi assetti istituzionali, dalla disponibilità di risorse alle prospettive di sviluppo. Anche se nella logica della programmazione il 2007 è ieri, dobbiamo prendere atto che il mondo, l’Italia e lo stesso Veneto sono molto diversi da quelli che erano solamente tre anni fa”. I sette esperti che affiancheranno le strutture regionali nell’attività di redazione del PRS sono: il prof. Cesare De Michelis (cultura), il prof. Paolo Feltrin (sociologia), la prof.ssa Patrizia Messina (sviluppo locale), il prof. Vasco Boatto (politiche agrarie), il prof. Giorgio Bido (economia e ricerche sociali), il prof. Sandro De Nardi (federalismo), il prof. Michele Graziani (gestione delle imprese). “Abbiamo costituito un gruppo di esperti di alta qualificazione scientifica – ha aggiunto Zorzato – a cui rivolgo da subito il mio ringraziamento per aver accettato questo ruolo che è prevalentemente onorifico, consentendo alla Regione di avvalersi di una consulenza prestigiosa senza pesanti aggravi sul nostro bilancio”. Il vice presidente della Regione ha poi indicato i tempi per la predisposizione del nuovo documento programmatico e le sue caratteristiche: “Vorremmo poter disporre del testo che sarà sottoposto all’esame delle Commissioni e del Consiglio entro il prossimo mese di settembre. Da allora all’approvazione definitiva del nuovo PRS mi auguro non servi più di un anno: più sarà attuale più saranno efficaci le azioni pianificatorie e la traduzione degli obiettivi in concrete politiche di intervento. Anche per questo – ha concluso Zorzato – puntiamo a un approccio pragmatico per redigere un documento che sia facilmente accessibile, leggibile e consultabile, tutt’altro che un libro dei sogni ma uno strumento di imprescindibile riferimento nella nostra attività politico istituzionale. D’altro canto, semplificazione e sburocratizzazione debbono essere le parole d’ordine nel nostro modo di progettare il futuro del Veneto”.

Share

Comments are closed.